Monaco, Fabregas promuove Moreno: “Mi hanno detto solo cose positive”

Monaco, Fabregas promuove Moreno: “Mi hanno detto solo cose positive”

Moreno sta per tornare ad allenare. Atteso dalla sfida contro il Reims in Coppa di Francia. Un battesimo con un padrino d’eccezione. Fabregas. Che ha già promosso il nuovo tecnico.

di Redazione Il Posticipo

Moreno sta per tornare ad allenare. Atteso sulla panchina del Monaco dalla sfida contro il Reims in Coppa di Francia. Un battesimo con un padrino d’eccezione. Fabregas. Che ha già promosso il nuovo tecnico. Una iniezione di fiducia importante anche un considerazione dell’addio di Jardim: il Monaco è settimo in classifica a 5 punti dalla zona Champions e a tre lunghezze dall’Europa League.

METODO – Il centrocampista ex Barcellona è apparso in conferenza stampa alla vigilia del match. Le sue dichiarazioni sono state riportate dal Mundo Deportivo. Fabregas ha risposto ad alcune domande relative anche alla metodologia del tecnico e le sue frasi lasciano poco spazio alle interpretazioni. “Si tratta di un allenatore che viene dalla scuola del Barcellona, che io conosco molto bene. Ha una sua filosofia, ma è anche un allenatore che sa adattate il proprio stile di gioco ai calciatori e ai rivali.Spiega sempre molto bene cosa si deve fare. Adesso sta a noi applicarlo sul campo”.

PROMOSSO – Moreno è stato chiamato sulla panchina del Monaco per restituire equilibrio alla squadra del Principato. Fabregas lo ha già promosso. “Parlo molto con i miei amici che giocano ancora nella nazionale spagnola. E tutti mi hanno detto cose positive sul metodo dell’allenatore e sulla sua comunicazione, mirata a facilitare l’assimilazione dei concetti. Dà una possibilità a tutti e sceglie solo chi è più in forma. Credo ci vorrà un po ‘di tempo, ma penso che sia l’allenatore giusto per noi. Specialmente per i più giovani. Personalmente, per me è un vantaggio: il suo impianto di gioco è simile a quello del Barça. Adesso però è assolutamente fondamentale che tutti lavorino bene, soprattutto fisicamente perché l’allenatore vuole che i giocatori corrano molto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy