Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Momenti di terrore per Conceicao e la sua famiglia: auto presa a sassate, vetri dei finestrini in frantumi

Momenti di terrore per Conceicao e la sua famiglia: auto presa a sassate, vetri dei finestrini in frantumi - immagine 1
Un gruppo di tifosi hanno atteso l'uscita del tecnico per tendere un vero e proprio agguato alla sua auto.

Redazione Il Posticipo

Momenti di terrore per Sergio Conceicao e la sua famiglia dopo la clamorosa sconfitta per 4-0 del Porto contro il Club Brugge che ha generato a un pericoloso e violento epilogo. Secondo quanto riportato da record.pt, alcuni tifosi hanno atteso l'uscita del tecnico dallo stadio per tendergli un vero e proprio agguato.

RICOSTRUZIONE

Come ricostruito dal quotidiano portoghese, dopo la partita la famiglia dell'allenatore del Porto Sergio Conceiçao ha lasciato lo stadio in auto. Alla guida c'era la moglie Liliana e all'interno vi erano anche i due figli Rodrigo, e José, di  soli 7 anni. L'agguato sembra premeditato in quanto nessun veicolo  che precedeva o seguiva quello dell'allenatore è stata presa di mira.  La una sassaiola ha mandato in frantumi i vetri dei finestrini del mezzo. La signora Liliana però non ha perso la freddezza ed è riuscita a lasciare lo stadio senza che la situazione, già molto tesa, degenerasse ulteriormente.

Momenti di terrore per Conceicao e la sua famiglia: auto presa a sassate, vetri dei finestrini in frantumi- immagine 2

TERRORE

La famiglia ha vissuto momenti di terrore in quanto anche uno dei figli a bordo è stato colpito. Fonti consultate da Record riportano che si sia sfiorata la tragedia. La famiglia del tecnico è ancora sotto shock, anche se nessuno ha riportato gravi ferite. L'allenatore ha già sporto denuncia. L'accaduto è al vaglio delle autorità che sembra indagheranno anche sul perché non vi fosse alcun perimetro di sicurezza. Conceicao, che le cronache riportano molto amareggiato oltre che arrabbiato, non ha mai nascosto il proprio attaccamento ai colori e alla tifoseria dei dragones ma un inizio di stagione al di sotto delle aspettative e la reazione fuori controllo dei tifosi potrebbero generare decisioni clamorose. Non è escluso che il tecnico possa ragionare sul proprio futuro dopo un gesto che ovviamente non potrà passare inosservato. Attualmente il Porto è terzo in classifica a tre punti dalla capolista Benfica e deve rincorrere nel suo girone di Champions, dopo le sconfitte con l'Atletico Madrid e il Brugge. Niente di irreparabile. Più dei risultati però è quanto accaduto che sembra aver lasciato il segno.