Modric si toglie dal mercato: “Le trattative con il Real vanno per il verso giusto”

Il croato, almeno per il momento, è ottimista sulla sua permanenza a Madrid

di Redazione Il Posticipo

Modric si toglie dal mercato. Almeno per il momento. Il centrocampista croato ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Athletic Bilbao, spiegando che le trattative procedono come sperato. Ovvero, in un rinnovo.

VERSO GIUSTO – Modric, in scadenza di contratto nel prossimo giugno, non ha mai nascosto il desiderio di chiudere la carriera con il Real, qualora fosse possibile. E sembra che lo sia. Le sue parole sono riportate da Bernabeu Digital. “Non posso raccontarvi tutto nei particolari. Però sto parlando con la società. E sono contento della piega che sta prendendo la situazione. Da parte mia non è cambiato niente. Mi impegno moltissimo e ho sempre la stessa voglia di scendere in campo e dimostrare che l’età non è un problema. Non è necessario  guardare la carta d’identità, l’importante è quello che si riesce a mettere in campo”. Nella stessa barca, per certi versi, c’è anche Sergio Ramos. I due sono molto legati. “Non mi sento di prendere una posizione. Sergio è un mio grande amico e voglio che sia felice e solo il meglio per lui. La faccenda riguarda Ramos e la società”.

ZIDANE – Il rapporto con Zidane è ottimo. Il tecnico francese ha sempre spinto per la conferma. Fra i due c’è grande rispetto. “L’allenatore dà opportunità a tutti come ha sempre fatto. Non vedo un problema se non ha attinto molto al turnover, sicuramente lo farà quando lo riterrà necessario. E comunque non ho mai contestato le scelte del tecnico. Il nostro compito è allenarsi, giocare e dare il massimo possibile ogni qualvolta siamo chiamati a scendere in campo. Il resto appartiene alla sfera tecnica. E alle sue decisioni. Non dobbiamo cercare altri motivi”.

COMPAGNI – Modric ha stima dei compagni e ritiene che il Real abbia tutte le caratteristiche per puntare ad altri successi. “Odegaard mi piace molto. Il consiglio che posso dargli è di dare il massimo. Deve sempre fare la differenza, se vuole giocare nel Real”. Come Hazard: “è stato molto sfortunato, non è riuscito a mostrare il suo livello migliore. Penso che sia un grande giocatore e che aiuterà il Real a vincere i titoli. La squadra è forte. Ho buone sensazioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy