calcio

Modric punge Messi e CR7: “Questo premio è per Xavi e Iniesta. Oggi ha vinto il calcio…”

Il fuoriclasse del Real Madrid dedica il successo a tutti coloro che non sono riusciti a interrompere il regno decennale dei due fenomeni: "Oggi la gente vuole che vinca qualcun altro". Parole destinate ad alzare un bel polverone...

Redazione Il Posticipo

Modric d'Oro con... polemica! Il croato ha vinto il premio individuale più prestigioso al mondo, nonostante una finale Mondiale persa. Eppure, sotto sotto, i grandi avversari del giocatori del Real in ottica Pallone d'Oro non i francesi Griezmann e Mbappé campioni in Russia, ma quelli di sempre: Messi e Cristiano Ronaldo. I due fenomeni, che negli ultimi 10 anni hanno monopolizzato il calcio mondiale con colpi da urlo e addominali scolpiti, questa volta sono stati costretti a cedere il passo al centrocampista croato. La fine di un'epoca però non poteva che portare con sé anche qualche polemica. Modric infatti non ha rinunciato a caricare il premio di significati ulteriori.

PER XAVI E INIESTA - Non ha vinto solo per se stesso. Sembra essere questo il messaggio mandato dal croato dopo il successo, come riporta As: "Messi e Cristiano Ronaldo hanno mantenuto un livello pazzesco negli ultimi 10 anni, ma forse in passato ci sono stati alcuni giocatori che avrebbero potuto vincere al loro posto. Mi riferisco a Xavi, Iniesta, Sneijder... Ora la gente vuole che vinca qualcun altro". Un sentimento di solidarietà accomuna il croato ai due spagnoli, rimasti a secco nel 2010 nonostante la vittoria del Mondiale in Sudafrica. Modric ha riscattato un'intera generazione? Forse sì... "Credo che questa notte abbia vinto il calcio, sono felice di essere riuscito a conquistare questo premio. Lo dedico a tutti quei giocatori che lo avrebbero meritato, ma non ci sono riusciti". A Messi e Cristiano Ronaldo si saranno drizzate le orecchie...

NONOSTANTE IL REAL - Modric davanti a tutti nonostante... il Real! Sì, perché l'inizio stentato dei blancos, culminato con l'esonero di Lopetegui e l'arrivo di Solari in panchina, avrebbe potuto stroncare le quotazioni di chiunque. Ma i cattivi risultati non sono bastati per ribaltare le scelte della giuria: "Sono contento che il momento del Real non abbia influito nella votazione. Non abbiamo iniziato bene quest'anno. Io e altri giocatori siamo rientrati più tardi per colpa del Mondiale. Non c'è stato il tempo di fare il precampionato e serve tempo per raggiungere il livello migliore. Nelle ultime partite abbiamo fatto un po' meglio. Spero che il nostro gioco migliori giorno dopo giorno". Intanto però il Pallone d'Oro è servito, comprese le stoccate a Messi e CR7.