MLS, lo sgambetto alla famiglia Higuain lo fa…Bojan: l’ex romanista segna e Montreal batte Miami

L’avventura di Gonzalo Higuain nella MLS continua tra alti e bassi. Il Pipita ha deciso di accettare l’offerta di David Beckham e di diventare la punta di diamante dell’Inter Miami, ma il suo arrivo non sembra aver scosso troppo la franchigia della Florida. Che ha perso contro i canadesi con gol di un ex Serie A…

di Redazione Il Posticipo

L’avventura di Gonzalo Higuain nella MLS continua tra alti e bassi. L’ex centravanti di Real Madrid, Napoli, Juventus, Milan e Chelsea ha deciso di accettare l’offerta di David Beckham e di diventare la punta di diamante dell’Inter Miami, la franchigia creata dallo Spice Boy. Il primo anno nella lega nordamericana risulta però parecchio complicato per la squadra della Florida, che al momento è dodicesima nella sua conference. Neanche l’arrivo del Pipita sembra aver scosso più di tanto l’Inter Miami. L’argentino ha esordito sbagliando un rigore, ha segnato il suo primo gol su punizione ma non ha regalato una marcia in più ai suoi.

BOJAN – E nel match con una vecchia conoscenza, ha perso sia la partita che lo scontro diretto. L’Inter Miami è stata infatti sconfitta dal Montreal Impact e a segnare una delle due reti dei canadesi è stato…Bojan Krkic, incontrato spesso in Spagna ai tempi in cui l’argentino militava nel Real Madrid e lo spagnolo nel Barcellona. Nella strana cornice di New York (come spiega Mundo Deportivo i canadesi non possono giocare in patria per via delle restrizioni ai viaggi imposte dal Covid-19) è la squadra di proprietà di Joey Saputo, presidente del Bologna, a cantare vittoria. E lo fa anche grazie all’ex romanista, che apre le marcature con un destro (non proprio irresistibile) dalla distanza.

FEDERICO – Il Pipita invece resta a secco, così come Matuidi. Per i due ex bianconeri 90 minuti ciascuno, ma il gol che porta momentaneamente il match in parità è di Brek Shea, prima che a decidere tutto arrivi il gol di Urruti. L’unica buona notizia per la famiglia Higuain è la seconda partita giocata dopo 15 anni assieme a Federico, il fratello del centravanti, anche lui arrivato a Miami alla corte di Beckham. Per il centrocampista appena otto minuti, nel tentativo di forcing finale della squadra guidata da Diego Alonso. Tutto inutile e termina così la striscia positiva dell’Inter Miami, che non perdeva da tre partite. Non proprio l’impatto che si attendeva Higuain…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy