Mistero Coentrao: “Mi piacerebbe poter dire che cosa mi è successo prima di lasciare Madrid…”

Mistero Coentrao: “Mi piacerebbe poter dire che cosa mi è successo prima di lasciare Madrid…”

Oggi il terzino portoghese gioca nel Rio Ave in Portogallo, ma non ha dimenticato le stagioni vissute coi Blancos. La scorsa estate però è successo qualcosa che lo ha spinto a lasciare il club… Che cosa si nasconde dietro il suo addio al Real?

di Redazione Il Posticipo

Che fine ha fatto Fabio Coentrao? Il terzino portoghese acquistato dal Real Madrid nel luglio 2011 per 30 milioni dalla scorsa estate è tornato al Rio Ave, dove è cresciuto da ragazzino e dove oggi sta scendendo in campo occupando quasi qualsiasi posizione in campo, sia a destra che a sinistra. Fabio Coentrao ha ritrovato la felicità dopo essere sparito dai radar per un po’: dopo quattro stagioni (2011-15), il Real lo ha girato in prestito al Monaco, poi il giocatore è tornato in Spagna per un anno, ma nel 2017-18 è partito ancora questa volta destinazione Sporting Lisbona. La scorsa estate il suo contratto è scaduto ed è tornato al Rio Ave. Ma cosa si nasconde dietro questa scelta?

“NON POSSO DIRLO” – Fabio Coentrao non ha dimenticato il Real, ma allo stesso tempo sembra decisamente enigmatico quando vengono nominati i Blancos. Il giocatore ha parlato dell’addio ai Blancos ai microfoni di A Bola: “Sono successe molte cose all’inizio della stagione. Se potessi spiegare tutto quello che è capitato il 31 agosto, sapreste che cosa ho passato… Mi piacerebbe parlarne, ma sfortunatamente non posso”. Una dichiarazione che lascia tanti punti interrogativi e non spiega quanto accaduto al giocatore nel club del presidente Florentino Perez…

TANTI TITOLI – Oggi Fabio Coentrao è un uomo soddisfatto: in carriera ha vinto un campionato portoghese col Benfica (2009-10) e col Real ha fatto faville con campionati spagnoli (2011-12 e 2016-17), due Champions League (2013-14 e 2016-17) e due Mondiali per Club (2014 e 2016) più svariate coppe nazionali. Il portoghese va orgoglioso della sua carriera: “È stata bella e ricca di titoli. Ho giocato nelle migliori squadre del mondo e fortunatamente sono tornato a casa. Non guardo indietro e non penso nemmeno a dove potrei essere. Sono qui e voglio solo aiutare il club a restare in prima divisione”. Il Rio Ave ha perso sul campo dello Sporting Lisbona lo scorso weekend (3-0), ma naviga in acque tutto sommato tranquille… e con l’esperienza Fabio Coentrao può sognare la salvezza!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy