Miracoli della politica: la capolista del campionato serbo…è una squadra ungherese (sostenuta da Orban)

Miracoli della politica: la capolista del campionato serbo…è una squadra ungherese (sostenuta da Orban)

Non si può certo dire che il campionato serbo sia aperto a tutti, soprattutto alle squadre che non sono Partizan e Stella Rossa. Strano dunque che in vetta alla classifica ci sia una squadra che non è di Belgrado. E che la squadra in questione, il Backa Topola, sia di fatto…ungherese.

di Redazione Il Posticipo

Non si può certo dire che il campionato serbo sia aperto a tutti, soprattutto alle squadre che non sono…di Belgrado. Nelle ultime 27 edizioni, ben 26 sono state vinte dalla Stella Rossa o dal Partizan. Gli ultimi a spezzare il duopolio sono stati i calciatori dell’Obilic, campioni nel 1998, ma anche loro con base nella capitale. E per trovare una squadra capace di portare il titolo via da Belgrado bisogna tornare addirittura al Vojvodina nel 1989, quando il campionato era ancora jugoslavo. Strano dunque che in vetta alla classifica attualmente ci sia una squadra di un’altra città. E ancor più strano che la squadra in questione sia di fatto…ungherese.

AIUTI UNGHERESI – Miracoli della politica e dei…trattati di pace. La città di Backa Topola è a pochi chilometri dal confine tra Serbia e Ungheria ed è a maggioranza di popolazione ungherese. Dopo la Prima Guerra Mondiale è stata assegnata alla Serbia e quindi anche la squadra locale ha da sempre militato nei campionati minori locali. Fino al 2018/19, quando il Backa Topola ha ottenuto una storica promozione nella SuperLiga. Ed il merito è tutto (o quasi) di Viktor Orban. Cosa c’entra il primo ministro ungherese? Semplice. Come riporta Marca, il leader magiaro ha fatto sì che la federazione ungherese spendesse nove milioni di euro per la creazione di una delle migliori academy giovanili…di Serbia.

ORBAN – Un controsenso ma non troppo, come ha spiegato lo stesso Orban all’inaugurazione della struttura nel 2018: “Perchè investire denaro in Serbia? Perchè ci sono molti ungheresi che vivono qui e il nostro Paese è interessato al destino degli ungheresi, ovunque essi vivano”. Una decisione molto politica, ma che porta i suoi frutti calcistici. Dopo appena un anno dalla nascita dell’academy, il Backa Topola, che è la squadra in cui è nato e cresciuto Dusan Tadic, stella dell’Ajax e della nazionale serba, è infatti in vetta al campionato ed è ancora imbattuto. Alla fine, con tutta probabilità, non riuscirà a spezzare il dominio di Partizan e Stella Rossa. Ma intanto la squadra più ungherese di Serbia si gode questo inatteso primato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy