Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Minimo sforzo, massimo risultato: Bale vince la quinta Champions…giocando 7 minuti in tutta la competizione

Minimo sforzo, massimo risultato: Bale vince la quinta Champions…giocando 7 minuti in tutta la competizione - immagine 1

Nel Real ora ci sono molti giocatori che hanno vinto cinque Champions. E c'è chi ha fatto pokerissimo comodamente seduto sulla panchina, con la consapevolezza che per lui erano gli ultimi minuti con addosso la camiseta blanca...

Redazione Il Posticipo

Il Real Madrid festeggia una notte storica, che completa (o forse no?) un ciclo leggendario. Ad aprirlo era stato proprio Carlo Ancelotti con la conquista della Decima. Poi ha accelerato Zinedine Zidane, che ha vinto tre Champions League consecutive. E adesso il ritorno di Re Carlo ha portato a Madrid quella che è la quinta coppa dalle grandi orecchie dal 2014, più di una ogni due anni. C'è chi le ha vinte tutte e cinque da protagonista, come Karim Benzema, Luka Modric o Toni Kroos. C'è chi era alla prima, come Thibaut Courtois. E c'è chi invece ha fatto pokerissimo comodamente seduto sulla panchina, con la consapevolezza che per lui erano gli ultimi minuti con addosso la camiseta blanca.

QUINTA CHAMPIONS - Si parla, neanche a dirlo, di Gareth Bale. Come racconta il Daily Mail, il gallese ha festeggiato quella che per lui è la quinta Champions League in carriera, che lo porta al pari di Benzema, Marcelo e altri compagni, ma anche di Cristiano Ronaldo. E, per dare alla cosa un po' più di prospettiva, anche una più di Leo Messi. Ma se le prime quattro l'attaccante le ha vinte da grande protagonista (soprattutto quella di Kiev, con una rete clamorosa in rovesciata e un'altra con la gentilissima collaborazione di Loris Karius), non si può certo dire lo stesso della Quattordicesima. Questa Bale ufficialmente la vince, ma solo perchè è stato inserito nella rosa delle competizioni europee.

SETTEMINUTI - Il suo apporto è infatti stato...totalmente trascurabile. Per lui due presenze in questa edizione della Champions League, per un totale di sette minuti. Tre li ha giocati al Parco dei Principi, giusto in tempo per vedere Mbappè segnare il gol che ha deciso la partita. Gli altri quattro invece a Stamford Bridge, per aiutare a mettere in ghiaccio l'1-3 conquistato in Inghilterra. Per il resto, panchine e anche tanti match saltati del tutto, ufficialmente per i tanti problemi al ginocchio o alla schiena, che però non gli impediscono di giocare in nazionale. Ma siccome le regole sono regole, alla fine Bale ha vinto anche questa Champions League. E come chiosa qualche tifoso sui social "vorrei fare la sua vita, guardate come si diverte alla faccia dei tifosi che lo odiano". Una vittoria...ancora più dolce.