Milner, la vendetta è un piatto servito freddo… in faccia al City

Milner, la vendetta è un piatto servito freddo… in faccia al City

I Reds hanno sconfitto i Citizens nel big match della dodicesima giornata di Premier League. Fabinho, Salah e Mané si sono presi la scena, ma è stato un pomeriggio speciale anche per James Milner, l’uomo che è stato scartato dal Manchester City e che è diventato grande col Liverpool

di Redazione Il Posticipo

Il Liverpool vola. La squadra di Jürgen Klopp ha fatto la voce grossa contro i campioni d’Inghilterra nel big match della dodicesima giornata di Premier League. Ad Anfield è finita 3-1. E i Reds adesso hanno nove lunghezze di vantaggio rispetto ai diretti concorrenti per il titolo. Un vantaggio già importante, anche se il campionato è ancora lungo. Il Liverpool sogna un titolo che manca dal 1989-9o. Il primo della storia della Premier. Anche l’esperto James Milner ci spera: fra l’altro, per lui, vincerlo battendo il City per lui sarebbe ancora più bello…

ESPERIENZA – Nel pomeriggio di Anfield in cui a fare la differenza sono state le giocate di Fabinho, Salah e Mané c’è stato anche spazio per Milner. Il centrocampista 33enne è una delle certezze del tecnico. Klopp  vi fa grande affidamento soprattutto quando si tratta di gestire una partita delicata. Al 61′ sul 3-0 per i Reds, quando c’era da gestire,  il tedesco ha sostituito Jordan Henderson con Milner: scelta ovviamente azzeccata. I Reds sono riusciti a controllare la gara nel finale, resistendo al tentativo di rimonta del City e vincendo una sfida che potrebbe essere decisiva per la vittoria della Premier.

VENDETTA – Per Milner la gioia è doppia: il centrocampista inglese ha giocato coi Citizens nel 2010-15 poi non è stato più considerato indispensabile ed è stato scaricato dalla società. Nel luglio 2015 il giocatore ha firmato col Liverpool che ha creduto ciecamente in lui nonostante tutto. Il resto lo ha fatto il destino: nell’ottobre di quell’anno Brendan Rodgers è stato esonerato e al suo posto è arrivato Klopp. Col tedesco in panchina Milner si è ritrovato ed è diventato un giocatore chiave per le sorti della sua squadra. E quattro anni dopo il forzato addio il  centrocampista sogna la grande vendetta che qualche mese fa è sfumata per un soffio, quando i Citizens hanno vinto la Premier all’ultima giornata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy