Mills condanna Guardiola…a vincere la Champions: “Se il City dovesse fallire anche quest’anno, si potrebbe pensare che è ora di cambiare qualcosa…”

Vincere il campionato fa piacere a tutti, ma il Manchester City, dopo averlo fatto nelle stagioni 2017/18 e 2018/19, può anche dedicarsi al vero grande sogno della proprietà degli Emirati: la Champions League. E come spiega il grande ex Danny Mills, questa potrebbe essere l’ultima possibilità a Manchester per Pep.

di Redazione Il Posticipo

Ricomincia la Premier League e tutti quanti hanno nel mirino il Liverpool di Klopp. Tutti o quasi, perchè c’è qualcuno che invece ha altri obiettivi. Vincere il campionato fa piacere a tutti, ma il Manchester City, dopo averlo fatto nelle stagioni 2017/18 e 2018/19, può anche dedicarsi al vero grande sogno della proprietà degli Emirati: la Champions League. Nonostante mercati faraonici e l’arrivo di un mago della competizione come Pep Guardiola, i Citizens in Europa hanno sempre reso meno del previsto, compresa la scorsa stagione con la clamorosa eliminazione per mano del Lione. E come spiega il grande ex Danny Mills a GentingBet, questa potrebbe essere l’ultima possibilità a Manchester per Pep.

CHAMPIONS – Anche perchè in fondo…è arrivato per quello all’Etihad. “Tutti sanno che Pep Guardiola è stato portato al Manchester City visto il suo pedigree in Champions League, ma non l’ha ancora vinta. Il Manchester City deve fare quello che può per arrivare a un più alto livello globale, compreso acquistare Messi, Mbappè o Neymar o vincere il trofeo. In anni relativamente recenti lo United ha vinto la Champions League, così come lo hanno fatto il Chelsea e il Liverpool. Persino l’Arsenal è arrivato in finale. Il Manchester City non ha ancora fatto nulla di tutto ciò. Quindi, se vogliono mettersi all’altezza dei grandissimi club, devono almeno arrivare in finale quest’anno”.

ULTIMA CHANCE – Il contratto del catalano, del resto, è in scadenza. E la storia di Guardiola racconta che dopo qualche anno, il tecnico tende a lasciare le sue squadre. Lo ha fatto a Barcellona e a Monaco di Baviera, dunque… “Il Manchester City ha ovviamente un piano a lungo termine, ma Guardiola non è un allenatore che resta troppo tempo in un club. Anzi, quello a Manchester è il periodo più lungo che ha passato in una squadra. Non voglio dire che questa stagione è l’ultima occasione per il City con Pep in panchina, ma se anche quest’anno dovessero fallire, il club dovrà cominciare a pensare che forse è arrivato il momento di cambiare qualcosa”. Per la gioia dei tanti club che potrebbero voler portare Pep altrove…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy