Sergente, adunata!

La Lazio, nella settimana più lunga e difficile, ha bisogno del miglior Milinkovic-Savic. Il Sergente, nelle ultime settimane apparso un po’ in ribasso, deve guidare il gruppo in Italia e in Europa.

di Redazione Il Posticipo

La settimana più lunga della Lazio. Salisburgo e Roma. Europa chiama…Europa. E i biancocelesti hanno bisogno del miglior Milinkovic-Savic. Il Sergente è chiamato…all’adunata dopo qualche settimana di libera uscita. La missione: trascinare le truppe in semifinale e vincere il derby.

MILINKOVIC, VIETATO FERMARSI – Milinkovic è quasi “condannato” dal proprio talento. Il centrocampista non può permettersi il “lusso” di giocare una serie di partite “normali”. Ha abituato i tifosi a un rendimento altissimo e quando abbassa l’asticella suscita immediatamente paure o perplessità che spesso si legano al mercato. In questo senso il ragazzo ha smentito ogni voce riguardante il futuro, specificando che ha in mente solo il finale di stagione con la Lazio. Il leggero infortunio ne ha limitato le prestazioni. Del resto, per un giocatore dalla sua conformazione fisica la condizione è una componente fondamentale per il rendimento. Sta tornando al 100% al momento giusto. Resta da limare solo l’aspetto più “barocco”.  Colpi di tacco, veroniche e dribbling, e in generale la ricerca del colpo ad effetto: gesti che Simone Inzaghi non ama in generale e in particolare da chi, come il serbo, riesce ad abbinare qualità e sostanza.

UOMO SQUADRA E UOMO DERBY – Milinkovic, dunque, deve tornare ad essere il punto di riferimento della squadra. L’uomo capace di dominare il centrocampo e prendere per mano i compagni accompagnandoli oltre l’ostacolo. In coppia con Lucas Leiva può essere il valore aggiunto per raggiungere traguardi impensabili a inizio stagione ma adesso a portata di mano. La strada per la semifinale di Europa League è abbastanza spianata, ma guai ad abbassare la guardia. Il derby, invece, è l’appuntamento che può definitivamente cambiare la stagione, al netto del supremazia cittadina. La Lazio si gioca la Champions e la possibilità di allungare su una diretta concorrente. Territorialità a parte, la sfida con la Roma assume un’importanza fondamentale a livello di classifica. E per vincerlo, serve il miglior Milinkovic-Savic. Il Sergente, del resto, si è spesso rivelato l’uomo decisivo per far male ai giallorossi e…metterli in riga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy