Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Milik il problema non è chiedersi se segna ma… se gioca

Milik il problema non è chiedersi se segna ma… se gioca - immagine 1
Una media gol di tutto rispetto che ancora una volta è "sporcata" da più d qualche infortunio.

Redazione Il Posticipo

Milik è un nuovo attaccante della Juventus. E i tifosi si interrogano se potrà aiutare Vlahovic a trovare la via della rete. I numeri dicono che la domanda da porsi è un'altra. Lecito chiedersi più se il polacco giocherà con continuità. Perché qualora il ragazzo si lasciasse alle spalle i problemi fisici che ne hanno caratterizzato la carriera, i gol li fa. E anche tanti.

NAPOLI

Milik si fece conoscere a Napoli, proprio quando un altro attaccante amatissimo in riva al Golfo lasciò la maglia azzurra per indossare quella bianconera. L'addio di Higuain sembrava porre fine alle ambizioni da titolo del Napoli ma l'inizio di stagione del centravanti fu anche migliore di quello del pipita. La corsa però si interruppe per la rottura del legamento crociato. Milik si fa male ad ottobre e torna a febbraio, saltando 23 partite. Nel settembre dell'anno successivo, un malaugurato bis. Out sino a marzo e 29 partite senza giocare. In totale 52 partite. Quando è sceso in campo, però si è fatto sentire e come: 48 gol in 122 partite.

Milik il problema non è chiedersi se segna ma… se gioca - immagine 1

MARSIGLIA

Le prestazioni del centravanti polacco sono caratterizzate da una certa discontinuità anche a Marsiglia. A maggio del 2021 accusa nuovamente problemi fisici. Ennesimo problema al ginocchio anche in Francia che lo costringe a saltare gli europei e parte dell'inizio di stagione. Al netto dei problemi fisici restano però i gol. L'esperienza al di là delle Alpi si chiude con una media gol ancora migliore rispetto agli anni italiani. In 54 presenze con la maglia dell'Olympique, Milik ha messo a segno 30 gol in 54 presenze. Una media gol di tutto rispetto che ancora una volta è "sporcata" da più d qualche infortunio. Se però la fortuna decide di voltarsi dall'altra parte, la Juventus ha portato a Torino uno dei migliori attaccanti in circolazione che potrebbe eccome spostare gli equilibri anche e soprattutto in Italia dove il livello si è ulteriormente abbassato da quando il polacco ha lasciato la Serie A.