Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Milik, Fast & Furious: spesso gli basta il primo tiro per segnare

(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Seconda vittoria consecutiva per il Napoli in campionato e tanti motivi per tornare a sorridere dopo un inizio di stagione davvero tribolato. La squadra di Rino Gattuso si è tolta una bella soddisfazione al Luigi Ferraris, dove Arkadiusz Milik ha...

Redazione Il Posticipo

Il Napoli è tornato: lo dicono i numeri e lo conferma l'atteggiamento. La squadra di Rino Gattuso ha sbancato il Luigi Ferraris 2-4 nel posticipo della 22^ giornata di Serie A dopo aver mandato al tappeto una Sampdoria coraggiosa che è rimasta in piedi finché Fabio Quagliarella è rimasto in campo. Un successo importante grazie al quale il Napoli si fa di nuovo sotto in chiave Europa (30 punti in 22 partite, -9 dal quarto posto). Una serata davvero da ricordare anche per Arkadiusz Milik salito in cattedra ancora una volta come un bomber dal gol al primo tiro davvero facilissimo.

QUINDICI VOLTE - Al Napoli sono bastati 3 minuti per sbloccare la partita in casa della Samp: Piotr Zielinski ha crossato, Arkadiusz Milik ha colpito di testa e ha segnato. Secondo i dati Opta, 15 dei 35 gol segnati dall'attaccante polacco in Italia sono arrivati con il suo primo tiro dell'incontro. Insomma: Milik sa dove farsi trovare e come essere subito decisivo. Gattuso punta forte sulla sua vena realizzativa per risalire la classifica dopo un inizio molto difficile.

DOPPIA CIFRA - Otto gol in tredici partite: Milik va di corsa e scalpita per tagliare il traguardo della doppia cifra sotto porta. Il polacco continua a crescere con la maglia del Napoli. Le sue prime stagioni sono state condizionate da problemi fisici e l'attaccante non è mai andato in doppia cifra. Al terzo anno invece il polacco non si è fatto male e ha messo la freccia (17 reti in 35 partite). E in questa stagione sta andando più forte (8 gol in 13 gare). Gattuso si frega la mani in vista delle prossime settimane e incrocia le dita aspettando il primo tiro della partita scagliato dal polacco.