Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Milan, senti l’ex compagno di squadra di Jovic: “Il suo problema non è in campo, ma fuori. Il Real Madrid non lo aspetterà per tre o quattro anni…”

Luka Jovic è stato accostato più volte al Milan, con i rossoneri che devono guardare a un futuro senza Ibra. Del resto, l'avventura del centravanti al Real Madrid, che lo ha acquistato per 60 milioni, non è finora esattamente delle migliori,...

Redazione Il Posticipo

Luka Jovic è stato accostato più volte al Milan, con i rossoneri che devono guardare a un futuro senza Ibra e potrebbero riproporre il duo tutto balcanico con Rebic, che ha già fatto le fortune dell'Eintracht Francoforte. Del resto, l'avventura del centravanti al Real Madrid, che lo ha acquistato per 60 milioni, non è finora esattamente delle migliori. Già a inizio stagione si capiva che in fondo Zidane non è che contasse poi troppo su di lui e la possibilità di vederlo lasciare il Santiago Bernabeu non è poi così campata in aria. E lo conferma un suo ex compagno di squadra.

FUORI DAL CAMPO - Milos Ninkovic ha giocato con Jovic alla Stella Rossa e spiega a StatsPerformNews che il tempo del suo connazionale a Madrid potrebbe essere già scaduto. Colpa anche di alcuni comportamenti, soprattutto durante la pandemia, che al club spagnolo non sono piaciuti per niente, tra uscite con gli amici e problemi con le autorità. "Il suo problema non è come gioca in campo, ma come si comporta fuori. Ha avuto un sacco di contrattempi, tra gli infortuni e quello che gli è successo in Serbia quando è cominciata questa storia del coronavirus. E io lo capisco, perchè quando avevo 19 anni anche io ho firmato per un grande club, la Dinamo Kiev".

ASPETTARE - E i grandi club, si sa, non hanno poi così tanta pazienza. Anche se il talento dei giocatori che comprano (e pagano parecchio) c'è, se non viene dimostrato in tempi rapidi l'addio è probabile. "Leggo che Zidane crede in lui e che rimarrà a Madrid nella prossima stagione. Forse al Bernabeu hanno capito che Luka è un ragazzo giovane e che quello che succede a lui è successo un po' a tutti. Anche io lo capisco, ma deve impegnarsi di più, essere più serio, perchè il Real è un grande club e non lo aspetteranno per tre o quattro anni. Deve essere più professionale se vuole rimanere lì". Jovic è avvisato. E il Milan...anche.