Milan, ricordi Rodrigo Ely? L’ex “bidone” rossonero…è finito in squadra con Messi!

Milan, ricordi Rodrigo Ely? L’ex “bidone” rossonero…è finito in squadra con Messi!

Il calcio a volte sa essere davvero crudele. Basta un errore o un’esperienza negativa per essere bollati come “bidoni”. Le seconde possibilità nel pallone, però, esistono. Per confermarlo c’è la strana storia di Rodrigo Ely, che nel weekend è stato decisivo e…fa compagnia alla Pulce nella top 11 di Liga.

di Redazione Il Posticipo

Il calcio a volte sa essere davvero crudele. Basta un errore o un’esperienza negativa per essere bollati come “bidoni” e rischiare di non riuscire più a ritornare se stessi. Basterebbe pensare al caso di Karius, che paga ancora dopo due anni gli errori di Kiev e che difficilmente sarà in grado di riproporsi ad altissimi livelli. Le seconde possibilità nel pallone, però, sono rare ma esistono. Per confermarlo c’è la strana storia di Rodrigo Ely. Sì, proprio lui, la meteora milanista di metà anni Dieci, arrivato giovanissimo a Milanello, poi prestato in giro per l’Italia e infine ceduto senza troppi rimpianti.

NUOVA VITA – Ecco, Rodrigo Ely oggi…è in squadra con Messi. Almeno fino alla prossima giornata, visto che l’ex rossonero condivide con la Pulce (che ha fatto quattro gol all’Eibar) la presenza nella formazione della settimana stilata da Marca. La sua prestazione in Alaves-Athletic Bilbao gli ha garantito un posto nella top del weekend, anche perchè il suo gol in pieno recupero è stato decisivo nella vittoria dei biancazzurri nel derby basco contro l’Athletic. E quindi nell’undici schierato dal quotidiano spagnolo c’è anche il brasiliano classe 1993, che per un periodo ha anche rappresentato l’Italia con le maglie dell’under-19 e dell’under-20, prima di cedere al fascino della selezione olimpica verdeoro. In Spagna il ragazzo ha ritrovato se stesso, dopo che in Serie A aveva regalato solo prestazioni non all’altezza.

BIDONE – Basterebbe pensare che all’esordio nel massimo campionato tricolore è riuscito a beccarsi un’espulsione per doppia ammonizione contro la Fiorentina. E anche nel match contro il Napoli dell’ottobre 2015 le cose non erano andate meglio, visto che un suo goffo autogol ha chiuso un clamoroso 0-4 casalingo subito dal Milan contro il Napoli. Insomma, a Milanello l’etichetta di “bidone” non gliela toglie nessuno e il fatto che dopo appena quattro partite disputate sia stato ceduto all’Alaves per quasi tre milioni di euro resta forse l’unico momento positivo della sua storia rossonera. Ora però Rodrigo Ely ha una seconda possibilità. E, anche se solo sul giornale, è finito in squadra con Messi. Decisamente niente male…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy