Milan, prima pay…poi Depay

Milan, prima pay…poi Depay

Il Milan può ristrutturare il debito. E una volta completata l’operazione, concentrarsi sul mercato. L’idea è Depay.

di Redazione Il Posticipo

Milan prima il pay…e poi il Depay. I rossoneri ricapitalizzano e possono puntare a nuovi obiettivi di mercato. In primis, la ristrutturazione del debito. Quindi il possibile acquisto dell’esterno olandese, ideale per caratteristiche tecniche e fisiche nel 4-3-3 che ha in mente Gennaro Gattuso, sempre più saldo sulla panchina rossonera.

La ristrutturazione del debito

Il Milan sta approcciando alla ristrutturazione del debito con il contributo dell’Advisor Merril Lynch. Un’operazione che,se andrà in porto, permetterà di far respirare le casse rossonere. La soluzione ideale per non privarsi di alcun big e tentare nuovi colpi di mercato. Non costosissimi, sia chiaro, ma funzionali ad una squadra che sta ritrovando se stessa e che, con i giusti innesti, potrebbe puntare anche a traguardi più ambiziosi. In questa ottica Fassone e Mirabelli hanno idee chiare. Giocatori giovani e di grande prospettiva come Depay. Un talento purissimo, da sgrezzare e trasformare in diamante.

Depay, difficile ma non impossibile

Il problema è sedersi a trattare con il Lione. La società francese ha chiuso l’acquisto per 16 milioni di euro, un investimento molto importante per la società francese. L’esterno olandese non ha un costo proibitivo e rientra nei piani tecnici di una società che ha già segnato da tempo il nome del calciatore sul proprio taccuino e ultimamente lo ha cerchiato in rosso. Il Milan lo ha seguito spesso, per sciogliere l’unico vero dubbio, relativo alla costanza di rendimento e la collocazione in campo. Depay, oltre ad essere discontinuo ha anche un carattere molto particolare. Non è un bad boy, piuttosto uno spirito libero difficilmente gestibile. Alti e bassi d’umore che ne condizionano il rendimento. Resta comunque un calciatore d’indubbio talento. Al Lione basterebbero 20 milioni, per realizzare una plusvalenza e lasciare libero un calciatore talentuoso ma difficilmente gestibile. Nel Milan, però, c’è chi può metterlo in riga. Il sergente Gattuso….

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy