Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Milan, André Silva segna più di Haaland…

BERLIN, GERMANY - NOVEMBER 28: Andre Silva of Eintracht Frankfurt celebrates after scoring his team's first goal during the Bundesliga match between 1. FC Union Berlin and Eintracht Frankfurt at Stadion An der Alten Foersterei on November 28, 2020 in Berlin, Germany. Football Stadiums around Europe remain empty due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in fixtures being played behind closed doors. (Photo by Maja Hitij/Getty Images)

Forse il portoghese aveva solo bisogno di tempo e fiducia. Dalla Spagna, fanno notare come il suo rendimento sia migliore di quello di... Haaland.

Redazione Il Posticipo

Prendere nota: se un campione indiscusso come CR7 nomina il proprio erede, quel giocatore non va ceduto con troppa leggerezza. Questo, più o meno, staranno pensando molti tifosi del Milan. Un certo André Silva sta dando spettacolo con la maglia rossonera, ma quella dell'Eintracht Francoforte. Non erano i colori rosso e nero a dargli problemi, né il clima di Milano. Magari aveva solo bisogno di più tempo e fiducia. E dalla Spagna, fanno notare come il suo rendimento sia migliore di quello di... Haaland.

QUASI PRIMO - L'attaccante portoghese ha cinque anni in più del fenomeno del Borussia Dortmund ma è comunque molto giovane. In Bundesliga e nel mondo, il norvegese è celebrato come uno dei talenti più cristallini al mondo ed è ovviamente accostato alle squadre più blasonate del calcio europeo. Senza nulla togliere al norvegese, però, il portoghese gli è davanti nella classifica marcatori in Germania ed è secondo solo a un certo Robert Lewandowski che di reti ne ha segnati 24. Fuori portata. Essere secondo alle spalle del centravanti polacco vale quasi un primo posto. Come riporta As, Silva ha realizzato una doppietta all'Hertha Berlino dell'altro ex Milan Piatek (anche lui in gol nel 2-1 finale).

 (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

I NUMERI - Il portoghese, in questo straordinario inizio di stagione, tha realizzato 16 gol e tre assist ai quali si aggiungono il gol e i due assist fatti in coppa nazionale. Haaland, invece si è limitato a segnarne "appena" 14 gol sebbene abbia lo stesso numero di assist all'attivo. Insomma, aver preso fiducia e confidenza con il calcio tedesco, l'Eintracht gli ha fatto bene e ha fatto sì che André Silva tornasse agli splendori personali della sua esperienza andalusa. Del resto se uno come Cristiano Ronaldo lo aveva designato come suo erede, proprio così scarso non poteva essere. E il ritorno di Jovic, anche lui ritrovatosi in Germana dopo essere giunto in riva al Meno, in prestito dal Real Madrid. E adesso insieme potrebbero costituire una coppia capace di spostare gli equilibri nella lotta per l'Europa che conta.