Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mikel Arteta, una APP per “spiare” l’allenamento dell’Arsenal

Ai tempi del coronavirus, gli allenatori devono confidare nella professionalità dei giocatori nel seguire i piani di allenamento ma per essere ancora più sicuro che non ci siano cali di condizione fisica, Mikel Arteta è pronto a "spiare" i dati...

Redazione Il Posticipo

Gli allenamenti ai tempi del lockdown. Il calcio giocato è fermo, ma le squadre non possono permetterselo. I giocatori continuano ad allenarsi a casa grazie ai percorsi studiati ad hoc dai preparatori atletici. La maggior parte dei calciatori pubblica i loro allenamenti sui social come David Luiz e Sead Kolasinac, ma per essere ancora più sicuro che non ci siano cali di condizione fisica, Mikel Arteta è pronto a "spiare" i dati dei propri giocatori.

INTERESSI - Come riportato dal Sun , i giocatori indossano una sorta di top affinché tramite GPS, siano tracciati i loro movimenti. Secondo la testata London Football, il tecnico dei Gunners farebbe confluire i dati di allenamento dei suoi giocatori in un'applicazione per poter monitorare il loro effettivo grado di attività. Perché l'intensità, soprattutto in momenti come questo, è fondamentale. E Arteta, non potendo coordinare il gruppo dal vivo, ha bisogno di un maggior controllo. Del resto, essendo stato fra i primi casi di coronavirus in Premier, è probabilmente il primo ad aver perso il contatto con la squadra. E ora vuole recuperarlo. Con gli interessi.

LA CONCORRENZA - A quanto pare, la stessa strategia vorrebbe metterla in atto anche José Mourinho (magari evitando il parco, la prossima volta)  per controllare i progressi dei giocatori del Tottenham nonostante i suoi ragazzi siano monitorati durante gli allenamenti tramite piattaforme di videoconferenza come Zoom. Insomma, in tempi di isolamento forzato, bisogna cercare di unire il classico allenamento all'hi-tech. E anche il calcio, come nella maggior parte dei contesti lavorativi, si adegua. In questo senso, la piattaforma STAT Sports è pronta ad assecondare questo bisogno di verifica da parte di Arteta e di diversi allenatori, per ora, di Premier.