Mignolet, tutta la verità sul Liverpool: “Sarei stato una riserva anche se Alisson avesse tirato il pallone nella sua porta”

Il belga è ripartito dal Bruges dopo sei stagioni con la maglia dei Reds: Simon Mignolet è stato il portiere del Liverpool che ha sfiorato la vittoria della Premier League nella stagione 2013-14, la scorsa estate però ha deciso di fare le valigie…

di Redazione Il Posticipo

La scorsa estate Simon Mignolet ha gettato la spugna dopo sei stagioni al Liverpool. Il rapporto tra il portiere e il club inglese è stato altalenante in questi anni: nel 2013-14 il belga ha sfiorato la vittoria della Premier con Brendan Rodgers in panchina, poi però ha trovato meno spazio prima per “colpa” di Loris Karius e poi di Alisson. A 31 anni Mignolet ha lasciato il Liverpool ed è ripartito dal suo Belgio: ora ha deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe.

RISERVA – Nell’estate 2018 i Reds hanno acquistato Alisson e per Mignolet è stata la fine: il belga è sceso in campo solo due volte la scorsa stagione e a fine anno ha deciso di andarsene. Il portiere sarebbe rimasto volentieri ad Anfield, ma la concorrenza del brasiliano lo aveva messo fuori dai giochi, come dichiarato ai microfoni del giornale Het Belang van Limburg: “Se avessi potuto lottare davvero per il posto, sarei rimasto. Però sapevo che sarei finito in porta soltanto quando Alisson si fosse infortunato… Poi sarebbe ritornato rivendicando il posto. Alisson sarebbe stato il titolare anche se avesse tirato il pallone nella sua porta. Che senso aveva restare?”. Parole dure nei confronti della ex squadra..

NESSUN RIMPIANTO – Oggi i Reds vanno forte soprattutto in Premier League, dove sono in testa alla classifica dopo aver battuto nettamente il Manchester City (3-1). Mignolet non ha rimpianti per essersene andato: “Non mi sono detto nemmeno una volta ‘c***o adesso i Reds possono vincere la Premier e io me ne vado’… Sarei potuto restare per guadagnare bei soldi, ma preferisco giocare col Bruges come titolare piuttosto che vincere la Premier da riserva”. Un copione in fondo già visto lo scorso giugno quando Mignolet è diventato campione d’Europa come secondo di Alisson. Il belga ha già disputato 20 partite col Bruges che è in testa al campionato (+5 sul Gent secondo), ma è già fuori dalla seconda fase della Champions anche se potrebbe qualificarsi ancora per i sedicesimi di Europa League (terzo posto nel girone con Psg, Real Madrid e Galatasaray). Insomma i motivi per sorridere ci sono tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy