Metamorfosi Spagna: la “Roja” sembra il Villarreal

Metamorfosi Spagna: la “Roja” sembra il Villarreal

La Roja ha conquistato il primo posto nel suo girone di qualificazione ad Euro 2020. Per la serie: i risultati arrivano, ma sono cambiati i protagonisti. Oggi le corazzate del calcio spagnolo… sono sparite dalla Spagna! E il Sottomarino Giallo gode

di Redazione Il Posticipo

Ventitré punti in nove partite e primo posto nel girone: la Spagna del c.t. Robert Moreno ha conquistato il pass per Euro 2020 in scioltezza. Questo però  non significa che la Roja sia già una squadra fatta e finita soprattutto alla luce delle delusioni incassate nelle ultime competizioni internazionali. Dopo la vittorie della Coppa del Mondo nel 2010 e il trionfo agli Europei 2012 sono arrivate solo delusioni: a ben vedere, però non è calata solo la Spagna, ma l’affluenza di giocatori provenienti da Barça e Real.

METAMOFORSI – Qundo la “Roja” solleva al cielo la prima ed unica Coppa del Mondo e due anni dopo umilia l’Italia in Finale a Kiev agli Europei, dieci giocatori su undici giocavano nel Barça oppure nel Real. Unica “mosca bianca” era David Silva del City. Da allora blaugrana e blancos sono quasi “spariti” dalla Nazionale: al loro calo in termini numerici è corrisposto quello sul campo.

CAMBIAMENTO  – Dopo il flop in Russia, il c.t. Luis Enrique ha tracciato una linea netta rompendo con il passato. Il resto lo ha fatto il suo successore Robert Moreno. Nell’ottobre 2018 la Roja ha battuto il Galles: in campo per il Real c’erano solo Sergio Ramos e Dani Ceballos, Sergio Busquets era l’unico giocatore del Barça in rosa. Il copione si è ripetuto contro la Svezia (1-1): nessun giocatore di Barça e Real è rimasto in campo per tutta la gara. Per le sfide di qualificazione con Malta e Romania, Sergio Ramos, Dani Carvajal e Sergio Busquets.

VILLARREAL  – La Spagna si poggia sul blocco Villarreal: in rosa ci sono Santi Cazorla, Raul Albiol, Gerard Moreno e Pau Torres. E in generale la Roja non è mai stata così tanto diversificata calcisticamente. I giocatori convocati arrivano da 17 squadre diverse che giocano in 6 Paesi diversi: oltre alla Spagna, ci sono Italia, Inghilterra, Germania, Francia e Croazia. Moreno ha spiegato la sua scelta: “Non ci sono molti giocatori convocabili nella maggior parte delle squadre. Mi piacerebbe avere nove giocatori che giocano tutti insieme, sarebbe tutto più semplice”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy