Messico, crudeli vignette su Maradona e la droga: “Con te grandi…aspirazioni”

Messico, crudeli vignette su Maradona e la droga: “Con te grandi…aspirazioni”

Il fatto che i Dorados de Sinaloa siano…vicini di casa del più grande cartello della droga del mondo è diventato uno dei motivi principali di discussione riguardo l’arrivo di Maradona in Messico. E un vignettista ci va giù molto duro.

di Redazione Il Posticipo

Diego Maradona è davvero senza pace. Il suo arrivo in Messico ha creato interesse ma anche e soprattutto polemiche, in particolare da parte della stampa e di alcuni colleghi. Qualche giorno fa il tecnico messicano Sanchez ha parlato di “un uomo malato, di cui si stanno approfittando” e ha citato i demoni personali di Diego, spiegando che con tutta probabilità in Messico ci ricascherà. Il fatto che i Dorados de Sinaloa siano…vicini di casa del più grande cartello della droga del mondo è diventato uno dei motivi principali della questione e due vignette apparse su Mediotempo e riportate da Infobae sembrano perlomeno irrispettose, per non dire crudeli, nei confronti del Diez.

ASPIRAZIONI – La prima vede l’aquila reale, il simbolo del Messico e della Nazionale, parlare con Maradona, proponendogli di allenare il Tricolor. Ma le motivazioni dell’offerta, che sembrano positive, in realtà nascondono più di un riferimento al passato turbolento di Diego con la droga. “Ti piacerebbe allenare la nazionale messicana? Mi piace che tu sappia tenere un’ottima disciplina e non cambi mai. Tu sì che segui le linee e con te possiamo avere grandi aspirazioni“. Non ci vuole uno scienziato per capire che soprattutto l’ultima frase è riferita al consumo di cocaina…

DIEGO COCCA – Ma la seconda vignetta è ancora, se possibile, più esplicita e rappresenta una conversazione tra la mascotte dell’Atlas e quella degli Xolos de Tijuana, l’altra squadra dei proprietari dei Dorados. A cui viene chiesto se il proprio allenatore è Diego Maradona. La risposta è no, perchè il tecnico degli Xolos si chiama Diego Cocca. “Ma non è la stessa cosa?”, chiede la mascotte dell’Atlas, con un gioco di parole neanche troppo nascosto. Insomma, El Diez sarà anche alla ricerca di un po’ di tranquillità, come ha detto nella conferenza stampa di presentazione. Ma l’ambiente che gli si sta creando intorno potrebbe essere più dannoso che positivo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy