Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Messi non è più del Barça: è finito un amore nato… su un fazzoletto di carta

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Un momento che il mondo del calcio pensava non sarebbe mai arrivato. Messi non è più un calciatore del Barcellona

Redazione Il Posticipo

Un momento che il mondo del calcio non pensava forse sarebbe mai arrivato. Leo Messi non è più un calciatore del Barcellona. Una storia che sembrava solidissima si è interrotta prima della sua fine naturale. Ma forse c'era qualche avvisaglia, considerando che il primo legame tra il club catalano e l'argentino è stato stretto su un supporto decisamente fragile: un fazzoletto di carta. Che però ora...vale milioni.

TRATTATIVA - Lo ha raccontato qualche anno fa, attraverso Infobae, Horacio Gaggioli, all'epoca rappresentante in Spagna degli interessi di Messi. Era il 2000. E per assicurarsi definitivamente le prestazioni dell'argentino, già stato in prova alla Masia, Gaggioli, conscio delle remore del presidente blaugrana Gaspart, minaccia di offrire il suo assistito ad altri club. Panico. A quel punto il rappresentante del club Carles Rexach e l'agente Josep Maria Minguella si incontrano con Gaggioli nella caffetteria di un tennis club. E Rexach, investito del potere esecutivo, non trovando di meglio, prende un fazzoletto di carta e comincia a scrivere.

 SEVILLE, SPAIN - JANUARY 17: Lionel Messi of Barcelona reacts during the Supercopa de Espana Final match between FC Barcelona and Athletic Club at Estadio de La Cartuja on January 17, 2021 in Seville, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by David Ramos/Getty Images)

MILIONI - "Barcellona, 14 dicembre 2000. Alla presenza dei signori Minguella e Rexach, segretario tecnico del F.C. Barcelona,  Secretario Técnico del F.C.B., ci si impegna sotto la sua responsabilità e salvo opinioni negative, a mettere sotto contratto il calciatore Lionel Messi se noi manterremo gli impegni presi". Firmato, ovviamente, Gaggioli. Lecito chiedersi dove sia il preziosissimo cimelio. Si trova ad Andorra, chiuso dentro una cassetta di sicurezza in una banca perché quel piccolo pezzo di carta ora vale milioni. Esiste solo un posto a cui affidarlo, ovviamente in prestito: al Museo del Barça. "Credo che dovrebbe stare accanto ai Palloni d'Oro vinti da Messi, visto che quel fazzoletto ha cambiato la storia del club". Ma, aveva spiegato l'agente, "solamente una volta che Messi si sarà ritirato a o avrà lasciato il club". Il momento è arrivato. E adesso resta da capire se il fazzoletto lascerà il caveau della banca.