Messi e il rischio…del declino: dopo più di dieci anni, la Pulce potrebbe segnare meno di 40 gol stagionali

Messi e il rischio…del declino: dopo più di dieci anni, la Pulce potrebbe segnare meno di 40 gol stagionali

Tutti gli imperi, prima o poi, crollano e questo vale anche per i campioni. C’è chi, pian piano, scende a livelli che per il resto dei colleghi sono ottimi, ma che per lui sono a malapena accettabili. Numeri alla mano, potrebbe essere il caso di Leo Messi…

di Redazione Il Posticipo

Tutti gli imperi, prima o poi, crollano. Alcuni lo fanno all’improvviso e fragorosamente, altri attraversano una lenta ma inevitabile fase di declino. E questo vale anche per i campioni. C’è chi di colpo, da calciatore desiderato e osannato si ritrova a essere uno qualsiasi. E chi invece, pian piano, scende a livelli che per il resto dei colleghi sono ottimi, ma che per lui sono a malapena accettabili. Numeri alla mano, potrebbe essere il caso di Leo Messi. L’argentino, che ha appena compiuto 33 anni, rischia per la prima volta da oltre un decennio di terminare la stagione con meno di 40 marcature.

2008/09 – Numeri pazzeschi per chiunque, ma non per la Pulce, che in una stagione in carriera è addirittura riuscito a segnarne 73 (più altri 13 con la maglia dell’Argentina). E considerando che l’ultimo…fallimento da questo punto di vista è datato 2008/09, forse c’è da preoccuparsi. Quell’anno il numero 10 ha segnato “soltanto” 38 gol, che però sono valsi un Triplete, quello chiuso a Roma nella finalissima di Champions League contro il Manchester United, con tanto di gol di testa di Messi. Da quel momento in poi, valanghe di gol, anche più di 50 a stagione, inaugurando il periodo della sfida a distanza con Cristiano Ronaldo che ha appassionato tutto il mondo del calcio.

OBIETTIVO 40 – Quest’anno però il piatto piange, almeno per gli standard dell’argentino. Che al momento attuale è fermo ad appena (si fa per dire) 27 marcature, 22 delle quali realizzate in Liga e 5 tra Champions League (2), Coppa del Re (2) e Supercoppa di Spagna (1). Considerando che massimo al Barcellona mancheranno nove partite, cinque in campionato e quattro in Champions nel caso la squadra di Setien dovesse arrivare in finale, Messi deve accelerare se vuole rimanere fedele alle sue medie. Nei match rimanenti dovrebbero infatti arrivare 13 gol, sempre ammesso che il cammino in Europa dei blaugrana non si interrompa prima dell’ultimo atto. Un’impresa eccezionale, visto anche il momento che sta vivendo la Pulce. Ma se c’è qualcuno che può pensare di fare l’impossibile…quello è Messi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy