Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Messi e il coccodrillo della discordia: “È una mancanza di rispetto, qualcuno doveva dire di no a Pochettino”

PARIS, FRANCE - SEPTEMBER 28: Lionel Messi of Paris Saint-Germain lies behind the Paris Saint-Germain wall as they defend a free kick during the UEFA Champions League group A match between Paris Saint-Germain and Manchester City at Parc des Princes on September 28, 2021 in Paris, France. (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

L'immagine della Pulce che si sistema dietro la barriera ha fatto il giro del mondo tanto quanto quella del suo primo gol con la squadra parigina. Ma due ex colleghi come Hargreaves e Ferdinand non hanno gradito per nulla e criticano il tecnico...

Redazione Il Posticipo

"Il coccodrillo come fa?"', chiedeva una delle canzoni di maggior successo degli ultimi decenni dello Zecchino d'Oro. La risposta è che non c'è nessuno che lo sa, ma dopo la partita del Paris Saint-Germain contro il Manchester City, molti il rettile se lo immagineranno con le fattezze di Leo Messi. L'immagine della Pulce che si sistema dietro la barriera per evitare che il pallone passi rasoterra ha fatto il giro del mondo tanto quanto quella del suo primo gol con la squadra parigina. E non sono mancati momenti di ilarità sul web e tra chi ha commentato il match, perchè effettivamente non è che si veda così spesso un campione di quel livello...fare il lavoro sporco.

COCCODRILLO - Ma qualcuno si è divertito di meno. A partire forse dallo stesso Messi, che non sembrava poi troppo convinto dell'idea. Ma a dimostrare la propria contrarietà alla questione sono stati due ex colleghi della Pulce, che commentavano il turno di Champions su BT Sport e non hanno per nulla apprezzato. Il primo è l'ex Manchester United Owen Hargreaves, che ha sottolineato come spedire Messi a fare il coccodrillo sia una cosa davvero eccezionale. E non in senso positivo. "Non riuscivamo a crederci. Parliamo di uno dei migliori calciatori di tutti i tempi, se non del migliore". Ma anche di uno dei più bassi in campo, motivo per cui a Poch sarà venuto in mente di utilizzarlo in maniera non esattamente canonica.

RISPETTO - Ed è proprio con il tecnico che invece se la prende Rio Ferdinand, che parla apertamente di mancanza di rispetto da parte dell'allenatore argentino nei confronti del sei volte Pallone d'Oro. "Nel momento stesso in cui Mauricio Pochettino gli ha chiesto di fare questa cosa in allenamento, qualcuno doveva andare lì e dire 'no, no, no, no, questa cosa non può succedere a Leo Messi'. Non si può, è una mancanza di rispetto, io non l'avrei mai accettato. Fossi stato un suo compagno di squadra avrei detto 'no, lo faccio io al posto suo'. Non avrei permesso che si sdraiasse sul terreno di gioco, è una cosa che non si può vedere. Messi non può fare il lavoro sporco, non è roba da lui". E chissà che da questo non nasca un'altra polemica.