calcio

Messi, contratto “uno e trino”: sarà giocatore, ambasciatore e dirigente del Barça

SEVILLE, SPAIN - JANUARY 17: Lionel Messi of Barcelona reacts during the Supercopa de Espana Final match between FC Barcelona and Athletic Club at Estadio de La Cartuja on January 17, 2021 in Seville, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Leo Messi è partito per l'Argentina con il contratto di rinnovo del Barcellona sottobraccio .

Redazione Il Posticipo

Leo Messi è partito per l'Argentina con la proposta di contratto di rinnovo del Barcellona sottobraccio . Come annunciato da TV3, il club ha deciso di prendere l'iniziativa e non aspettare troppo tempo, direttamente proporzionale al rischio di un addio del calciatore argentino che da giugno sarà libero, senza firmare, di scegliere la propria destinazione. Per prevenire una eventualità del genere, come riportato da AS, la dirigenza ha pronto un contratto decennale. Non solo da giocatore, ovviamente, ma anche come dirigente.

OFFERTA - Secondo quanto riportato oltre i Pirenei, il contratto, che durerà dieci anni, include i primi due al club come calciatore, per poi proseguire come ambasciatore del club in MLS per poi far parte dell'area sportiva al suo ritorno dall'esperienza americana. Messi non ha ancora risposto all'offerta perché attende anche di conoscere il progetto sportivo che Joan Laporta sta preparando per la prossima stagione. Ma secondo le stesse informazioni, i contatti e il padre e agente del giocatore i sono intensificati negli ultimi giorni.

AGUERO - In questo senso ha pesato, e molto, la scelta di puntare su Aguero. Al Barcellona erano convinti che l'arrivo del Kun avrebbe dato una ulteriore spinta al rinnovo di Messi. E la sensazione è che la nuova dirigenza ci abbia visto giusto. La possibilità, fra l'altro molto vicina ad essere realtà sin dal prossimo weekend, che il centravanti del City si unisca al Barcellona quest'estate si è rivelato uno stimolo importante per Messi al momento di prendere una decisione, ma non l'unico. Sembra, infatti, che la Pulce  sia anche in attesa di incontrare il futuro inquilino della panchina blaugrana che non sarà necessariamente Koeman.

OTTIMISMO - Dalla Catalogna filtra comunque un certo ottimismo. Sia Laporta che il resto dei giocatori all'interno del club sono ottimisti sul rinnovo di Messi , anche se riconoscono che il giocatore dovrà accettare una notevole riduzione della sua massa salariale nei prossimi anni. Questo è l'aspetto più delicato, considerando che da un punto di vista economico, al netto della carta d'identità Messi può ambire a cifre da capogiro che a Parigi, tanto per non fare nomi di possibile destinazione, potrebbero garantirgli.