Mertesacker acre su Wenger: “Dopo l’8-2 a Manchester ci ha isolati dal mondo…”

Evidentemente, Per Mertesacker non deve aver avuto un gran rapporto con Arsène Wenger: ogni tanto tira fuori una chicca su di lui. Nel suo libro c’è un retroscena piuttosto particolare sul francese.

di Redazione Il Posticipo

Nel calcio, così come in ogni posto di lavoro, a prescindere da ruoli, mansioni e gerarchie si creano determinate dinamiche interpersonali. A volte i rapporti sono buoni, a volte men. Del resto, non si può piacere a tutti. E proprio come, a volte fa notizia il rapporto non proprio idilliaco tra alcuni compagni di squadra, può capitare anche tra giocatori e allenatore che l’intesa non nasca. Poi, si resta professionali ma quando si smette di lavorare assieme. Nel caso del rapporto tra Mertesacker e Wengèr, quando il legame lavorativo si è spezzato, il difensore… ha cominciato a spifferare tutto ciò che non gli è andato giù.

CRISI – Lo ha fatto diverse volte ma ora, nel suo libro, il Sun riporta che c’è scritto qualche altro dettaglio su questo rapporto travagliato. “Non c’era il minimo accenno di tensione, a parte la crisi, letteralmente. Proprio perché London Colney, il centro sportivo, non ammetteva né tifosi né i giornali. Non c’era interazione con la gente per strada, il che significa che non ti confronti mai con prospettive differenti, non tocchi mai con mano quanto il club conti per le persone e solo raramente parli con i giornalisti“. Tutto questo, spiega Mertesacker, avveniva durante la sua esperienza agli ordini del francese che aveva isolato la squadra dal resto del mondo dopo… l’8-2 rimediato dallo United.

SORPRENDENTE –Alle lunghe, però, isolare il pubblico dal contatto con i giocatori non fa un favore ai giocatori. Anzi, crea un vuoto in cui fluttuare: vivere una vita in una conchiglia non fa bene allo sviluppo di nessuno. All’Arsenal era tutto così diverso rispetto alle mie precedenti esperienze. Non volevano assolutamente che l’attenzione fosse focalizzata su un singolo giocatore. Piuttosto, mandavano i giocatori che sarebbero stati meno interessanti a parlare con i media“. Insomma, molte particolarità di Wenger si conoscevano (come le previsioni pessimistiche sul calcio del futuro) ma questa forma di isolamento… è piuttosto sorprendente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy