Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mendy: “Il Real incarna la voglia di vincere. In Spagna si gioca un calcio di alto livello”

Una sfida speciale per un osservato speciale, Mendy vivrà il suo secondo classico il primo al Bernabéu.

Redazione Il Posticipo

Una sfida speciale per un osservato speciale, Mendy vivrà il suo secondo classico il primo al Bernabéu. Il ragazzo deve vincere la concorrenza di Marcelo sulla sinistra: se, come sembra, sarà della partita affronterà una squadra che lo ha anche cercato la scorsa estate. Il ragazzo ha raccontato le sue emozioni a Bernabeu Digital.

TUTTO - Il concetto è semplice. Il Real vuole vincere tutto. "Questa squadra incarna la determinazione a vincere tutto, a ottenere tutto. È il requisito base, anche quando perdi in allenamento non puoi essere felice. Quando vinci, va tutto bene. Il mio primo classico è stato speciale. Avevo già giocato al Camp Nou con il Lione, ma con la maglia del Madrid è un altro ambiente, è diverso. È una partita che non è vissuto come un'altra"

FEELING - Il ragazzo ha mostrato feeling immediato con la squadra e con Zidane: "Nel mio primo incontro abbiamo parlato e mi ha detto che era il benvenuto, che era un altro giocatore della sua squadra. La differenza fra Francia e Spagna è che il livello di gioco è più alto. La palla scorre  più veloce, ci sono più movimenti. E puoi perdere contro una squadra che è in fondo alla classifica. Adesso sono più concentrato sul difendere bene che sull'attacco. A Lione attavo molto, quindi devo trovare il punto intermedio per farlo bene". Il suo punto di riferimento nello spogliatoio è Benzema: "Parlo molto con Karim, mi dà molti consigli e parliamo anche di come gli piace essere servito. Mi intendo molto bene con lui e c'è affinità fuori dal campo".