Melchiot avvisa Ziyech dei…rischi della Premier: “Deve aspettarsi di prendere un sacco di calci…”

Il Chelsea si dà alle grandi spese e punta sia Werner che Chilwell ma i Blues si sono già portati avanti col lavoro, concludendo un affare qualche mese fa. La prima grande firma per la squadra di Lampard è Hakim Ziyech. Che però deve stare attento: per adattarsi alla Premier League…sono dolori

di Redazione Il Posticipo

Il Chelsea si dà alle grandi spese e punta sia Werner che Chilwell per la prossima stagione. Ma c’è da considerare che i Blues si sono già portati avanti col lavoro, concludendo un affare qualche mese fa, in pieno lockdown da coronavirus. La prima grande firma per la squadra di Lampard è Hakim Ziyech, acquistato per quaranta milioni dall’Ajax. Un talento puro, quello del marocchino, che però dovrà adattarsi in fretta alla Premier League. Al riguardo lo avvisa Mario Melchiot, che ormai vent’anni fa ha fatto lo stesso tragitto. E spiega a Goal che per le gambe del fantasista…potrebbero essere dolori, nel vero senso del termine.

PREMIER LEAGUE – “In Olanda ci sono partite difficili, ma in Inghilterra ce ne sono molte di più e arrivano una dopo l’altra. Il gioco è più duro, deve aspettarsi di subire un sacco di falli. Se riesce ad adattarsi, farà benissimo”. Non proprio il modo migliore per ricevere il nuovo acquisto dei Blues… Che però troverà un ambiente stimolante. “Ho parlato con lui dopo l’accordo con il Chelsea, non mi ha chiesto niente prima di scegliere, ma sicuramente ha visto nel club quello che ho visto io: una grande squadra, che gioca a Londra, con un pubblico che ti ama anche quando non giochi più con quella maglia. È un qualcosa di eccezionale”

CARATTERE – Melchiot racconta che il carattere di Ziyech è particolare, ma può aiutarlo. “Spero che faccia bene, è un ragazzo molto educato, molto simpatico e con una grande fiducia nei suoi mezzi. E vorrei che la gente capisse che quest’ultimo aspetto non è un lato negativo. A volte, le persone vedono la fiducia in se stessi come una cosa non buona, specialmente se loro non ce l’hanno. Ma un giocatore che sa di poter fare bene vuole sempre mostrare quanto vale e vede cose che gli altri non vedono”.

VALORE – E infine, l’ex difensore spiega perchè il marocchino ci ha messo così tanto a spiccare il volo. “Ci ha messo un po’ a mostrare il suo valore all’Ajax, ma alla fine è diventato il giocatore più importante del club. Ed ecco perchè non lo hanno venduto l’anno scorso. Dovevano tenere almeno lui, altrimenti dopo gli addii di De Jong e De Ligt la squadra avrebbe sofferto”. Ora può finalmente mettersi alla prova in Premier. Calci permettendo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy