Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

McManaman e un’etichetta…scomoda: “I Galacticos? Al Real abbiamo vinto anche prima che arrivassero loro…”

(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Il Real Madrid dei primi anni Duemila, che poteva schierare tutti assieme campioni come Zidane, Beckham, Figo, Raul e Ronaldo il Fenomeno, è passato alla storia del calcio. Ma a qualcuno di quei calciatori l'etichetta di Galacticos non piace...

Redazione Il Posticipo

Quando si parla del Real Madrid dei primi anni Duemila, il termine che viene alla mente immediatamente è "Galacticos". Quella squadra, che poteva schierare tutti assieme campioni come Zidane, Beckham, Figo, Raul e Ronaldo il Fenomeno è passata alla storia del calcio. Ma come si sentono i giocatori di quel periodo a sentire la definizione che ormai li accompagna da due decenni? Strano ma vero, c'è qualcuno a cui l'etichetta di Galactico non piace molto. È l'inglese Steve McManaman, che nel 1999 ha lasciato a parametro zero il Liverpool per Madrid e che si è tolto lo sfizio di vincere due volte la Champions League con addosso la camiseta blanca. In una chiacchierata con FourFourTwo, l'ex esterno destro spiega perchè.

SENZA SENSO - "È molto strana questa cosa, perchè quando abbiamo vinto la Champions League nel mio primo anno al Real non avevamo nessuno di quei calciatori". Impossibile dare torto a McManaman, considerando che l'acquisto che fa partire l'era dei Galacticos è quello di Figo, che tra le polemiche lascia il Barcellona per i Blancos proprio dopo la Champions vinta dal Real nel 2000. E a chi c'era da prima, la cosa non è che sia andata mai molto giù. "Credo che questa storia dei Galacticos sia senza senso. E c'erano compagni di squadra come Roberto Carlos, Raul e Hierro, che prima di quel periodo non venivano mai definiti Galacticos, che non apprezzavano molto la parola, perchè pensavano di essere calciatori importanti anche loro".

GALACTICOS - Certo, poi nel 2000 Florentino Perez diventa presidente e cominciano ad arrivare nomi di risonanza internazionale senza soluzione di continuità... "Figo è arrivato e era un grandissimo calciatore e anche uno splendido ragazzo. Quello che si può certamente dire riguardo i calciatori che il Real ha comprato in quel periodo è che erano ottimi professionisti, sono arrivati nello spogliatoio e non hanno cominciato a fare le bizze. E Luis parlava già spagnolo, quindi si è ambientato subito. L'anno dopo è arrivato Zizou, quello dopo ancora Ronaldo e abbiamo vinto la Liga. Era bellissimo giocare assieme a loro, ma avevamo vinto anche prima che arrivassero, quindi a essere onesti non è che l'etichetta di Galacticos cambiasse molto le cose per noi". Parola di Steve McManaman, molto inglese...e poco galactico.