Mbwana Samatta: il tifoso dello United che fa festeggiare una nazione

Nonostante il suo gol al Liverpool sia stato vanificato, l’attaccante del Genk, Mbwana Samatta fa esultare l’intera Tanzania e… non solo.

di Redazione Il Posticipo

Brutta storia quella del Genk. Per sua sfortuna, il club belga è capitato nel girone di Champions League con Liverpool, Napoli e di un Salisburgo sulle ali dell’entusiasmo portato dalla macchina da gol norvegese che è Haaland.  Eppure, quella belga è una gran bella squadra che meriterebbe qualcosa di più di un ultimo posto nel girone. Ha giocatori molto interessanti che potrebbero fare le fortune di diverse big in giro per l’Europa. Uno di questi è Mbwana Samatta, l’autore del gol che ha temporaneamente bilanciato la sfida con il Liverpool. L’aggravante? Tifa Manchester United.

QUESTIONE DI CUORE – O meglio, l’Independent racconta che il classe ’92 è stato un tifoso del Manchester United in infanzia.  Di base gioca come centravanti, sua posizione naturale, ma non è rarissimo vederlo giocare in posizione leggermente più arretrata accanto a un compagno di reparto o, all’evenienza, sull’esterno. Anzi, sugli esterni visto che sa calciare bene con entrambi i piedi. Il suo gol al Liverpool è il suo settimo stagionale in 18 presenze. Prima della partita contro il Liverpool, il ragazzo ha regalato delle emozioni in conferenza stampa spiegando che tutta la Tanzania lo seguirà e… non solo.

RED DEVIL –La mia squadra preferita quando ero bambino era il Manchester United ma purtroppo adesso devo dire che il Liverpool è molto più forte. Ogni bambino sogna di giocare una partita come questa. Nel momento in cui senti partire l’inno della Champions accade qualcosa di speciale. Faranno una festa in Tanzania perché affronterò il Liverpool. Stanno parlando di questa gara da giorni ormai: ‘Aly contro il miglior difensore del mondo’. Un motivo di festa per tutti“. Insomma, in un certo senso, anche i tifosi dello United, che, vista la rivalità con i Reds avranno fatto un balzo dalla sedia al momento del suo gol. Presumibilmente, in Tanzania, si aspettavano anche altro: che il Genk possa trovare i primi 3 punti del girone il prima possibile. Ci sono ancora due tentativi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy