calcio

Mbappé, voglia di record: ha messo nel mirino Cavani come marcatore all-time del PSG

Mbappé, voglia di record: ha messo nel mirino Cavani come marcatore all-time del PSG - immagine 1
Se Mbappé dovesse dar seguito all’attuale rendimento, l’appuntamento con la storia è fissato nelle prime settimane del 2023.

Redazione Il Posticipo

Mbappé senza limiti. Il centravanti del PSG insegue un altro record personale. Già capocannoniere di tutti i tempi nelle finali della Coppa del Mondo, il talento di Bony intravede un nuovo record da aggiungere a una carriera che sembra avviata su una strada da Guinness dei Primati: diventare il capocannoniere all time del PSG.

FATTIBILE

—  

Impresa a portata di… piede per l’attaccante del PSG, che smania dalla voglia di rientrare in campo per lasciarsi alle spalle l’amarezza legata alla finale in Qatar. Mbappé non ha voluto prendersi una vacanza dopo la finale dei Mondiali proprio per voltare pagina. Allo status quo ha segnato 190 gol in 237 partite, con una media di 0,80 gol a partita. Cavani, che detiene il record con 200 gol, ha impiegato 301 partite per raggiungerlo. Dunque ha una percentuale nettamente inferiore dello 0,66. Per la cronaca, l'uruguaiano aveva superato Ibrahimovic. Tuttavia lo svedese, ancorato al terzo posto dopo aver subito il sorpasso di Mbappé, conserva ancora la migliore percentuale dei tre, avendo segnato 156 gol in 187 partite, con un rapporto di 0,87. Numeri ovviamente suscettibili di variazioni, legate alla temperatura del piede di Mbappé.

Mbappé, voglia di record: ha messo nel mirino Cavani come marcatore all-time del PSG - immagine 1

2023

—  

Se Mbappé dovesse dar seguito all’attuale rendimento, l’appuntamento con la storia è fissato nelle prime settimane del 2023. Numeri alla mano, a meno che Mbappé non dia una ulteriore accelerata, è legittimo pensare che il sorpasso si possa consumare a metà febbraio. Il PSG non ha un calendario molto impegnativo e Mbappé, che sinora ha segnato 29 gol e fornito 7 assist in 32 partite in questa stagione, compresi i tre segnati nella finale del Mondiale ha tutte le intenzioni di non tirare il freno a mano. Del resto si era ripromesso, lo scorso 26 febbraio, quando ha superato Ibrahimovic nella seconda posizione dei marcatori di tutti i tempi del PSG, di raggiungere e superare anche Cavani. Dieci mesi fa, serviva il rinnovo del contratto, arrivato sino al 2024. E adesso c’è tutto il tempo per continuare a scrivere la storia del club