Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mbappè tra sogni e futuro: “Il Pallone d’Oro? È un obiettivo. Vorrei un po’ più di privacy, ma…”

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

La Francia esulta per il ritorno in nazionale di Karim Benzema, ma questo non toglie che la stella dei Bleus continuerà a essere un'altra. Kylian Mbappè a 23 anni ancora da compiere cerca una nuova consacrazione, dopo quella avuta in Russia 2018.

Redazione Il Posticipo

La Francia esulta per il ritorno in nazionale di Karim Benzema, ma questo non toglie che la stella dei Bleus continuerà a essere un'altra. Kylian Mbappè a 23 anni ancora da compiere cerca una nuova consacrazione, dopo quella avuta in Russia 2018. Il campione del mondo parla a TF1 e spiega che il titolo iridato vinto tre anni fa è solo l'inizio e che questa Francia ha tutta l'intenzione di entrare nella storia come ha fatto quella di vent'anni fa. E l'obiettivo non può che essere uno: andare agli Europei per portare a casa un'altra affermazione.

DOPPIETTA - "Per una nazione come la nostra, che è tra le grandi del calcio mondiale, l'obbiettivo è ovviamente quello di vincere l'Europeo, di rendere orgogliosi di noi tutti i francesi e di fare del nostro meglio giocando di squadra come siamo soliti fare. Chi è che non vorrebbe fare la doppietta Mondiale-Europeo? Anche io non faccio certo eccezione, sarebbe un risultato straordinario. E l'esperienza del 2018 ci aiuterà a continuare a migliorare. Vogliamo ridare ai nostri tifosi tutto l'affetto che ci danno, il loro sostegno è davvero importante". Parole che di certo fanno felice Deschamps.

PALLONE D'ORO - Un po' meno felici saranno i tifosi del PSG, considerando che il francese conferma la sua volontà di andare anche a Tokyo... "Tutti quanti sanno che partecipare ai Giochi Olimpici per me è un sogno che farò di tutto per realizzare". E nella lista c'è anche il Pallone d'Oro, inutile nascondersi. "Il calcio è un gioco di squadra, chiaro che voglio vincere trofei come la Coppa del Mondo o la Champions. Ma ovviamente è un obiettivo per qualsiasi calciatore che aspiri a diventare il migliore, come voglio fare io. E quindi è anche uno dei miei obiettivi, ma sarei troppo presuntuoso a parlarne".

FUTURO - Presuntuoso? Mica tanto, del resto si parla del calciatore con il cartellino più costoso del pianete. Ma non ditelo a Mbappè. "Il mondo del calcio va così. Questi soldi non vanno mica in tasca a me, ma è un qualcosa che riguarda i club". Quello che riguarda lui è il continuo interesse per la sua vita privata. Un lato negativo del successo, a cui però il transalpino fa buon viso a cattivo gioco. "Certo, a volte vorrei un po' più di privacy, sono un essere umano. Ma non ho il diritto di lamentarmi, sto vivendo una vita da sogno".Un sogno che in una lunghissima estate di calcio può diventare ancora più bello.