Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mbappè spaventa il PSG: “Sul rinnovo nessuna novità, parlerò quando avrò preso una decisione…”

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

Kylian Mbappè è al Paris Saint-Germain ormai dal 2017, anno in cui ha firmato un quinquennale. Il che significa che tempo un anno e qualche mese potrebbe andarsene gratis, a meno di non rinnovare l'accordo con il suo club. Ma al riguardo...

Redazione Il Posticipo

Sarà anche iniziato il 2021 solo da tre mesi, ma da un punto di vista calcistico il 2022 è già...dietro l'angolo. Quando si parla di contratti in scadenza, soprattutto di calciatori importanti, non è mai troppo preso per discutere di un rinnovo. Figurarsi se il giocatore in questione è quello che, dati di Transfermarkt alla mano, è il più prezioso al mondo. Kylian Mbappè è al Paris Saint-Germain ormai dal 2017, anno in cui ha firmato un quinquennale con il club della capitale francese. Il che significa che tempo un anno e qualche mese potrebbe andarsene gratis, a meno di non rinnovare l'accordo con il suo club. Ma al riguardo continuano le schermaglie tra il calciatore e la società. E in Francia non si parla d'altro.

CRITICHE - Al punto che, come riporta Goal, a Mbappè chiedono se ci siano novità sul rinnovo anche dopo la partita contro la Bosnia, vinta dalla Francia con rete di Antoine Griezmann. Un qualcosa che sembra infastidire il campione del mondo. "Se ci fossero novità ne avrei già parlato. Ovviamente ne parleremo quando avrò deciso". Dunque, il transalpino ancora non sa se firmare o no. Un qualcosa che non può che allarmare il PSG. Anche perchè le critiche cominciano a farsi insistenti e la cosa pare avere un certo peso. "Certo, le critiche da parte dei media sono stancanti, specialmente quando giochi in un club del tuo paese e dai tutto per la nazionale. Dopo un po' ti stufi. Per chi gioca all'estero è diverso, loro tornano qui soltanto per giocare con la nazionale. Ma io sono qui tutto il tempo, di me si parla molto di più".

PRESSIONE - Motivi in più per preoccuparsi? Possibile, perchè Mbappè sta imparando cosa significhi essere il calciatore francese più celebre e giocare nel suo paese. Magari un trasferimento all'estero potrebbe aiutare a diminuire la pressione. "È un contesto diverso, ma sapevo che sarebbe andata così quando ho firmato con il Paris Saint Germain. Vedremo come finirà". Quello che sottolinea il transalpino, però, è che non è solo una questione mediatica. La scelta di rinnovare o andarsene ha anche altre motivazioni. "Ovviamente la pressione per sapere del mio futuro ha un peso, ma non è solo questo. La cosa importante è stare bene dove ci si trova e divertirsi giorno dopo giorno". Certo, se continuano a...rompergli le scatole, Parigi sembrerà sempre meno divertente...