Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mbappè resta a Parigi e Piquè…punzecchia il Real: “Che numero vestirà? Il 7!”

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Terminato il mercato, finita, forse una telenovela. Nell'estate in cui si muovono sia Messi che Cristiano Ronaldo, il loro erede designato resta a Parigi. E Piquè...se la ride.

Redazione Il Posticipo

Terminato il mercato, finita, forse una telenovela. Nell'estate in cui si muovono sia Messi che Cristiano Ronaldo, il loro erede designato resta a Parigi a far compagnia alla Pulce. Per quanto? Difficile a dirsi, perchè il contratto di Mbappè. in scadenza nel 2022, non fa presagire nulla di buono per il Paris Saint-Germain. Senza un rinnovo, il transalpino sarà libero di accordarsi già a gennaio con chi vuole. E il fatto che il campione del mondo 2018 possa accettare la corte serratissima del Real Madrid sembra quasi scontato. Considerando poi che in Spagna lo era anche in questa sessione di mercato, il finale pare scontato. Ma per il momento Mbappè non si muove e...Piquè se la ride.

IL 7 - Giocando proprio sul fatto che molte testate iberiche davano già per fatto l'acquisto del francese da parte del Real, con tanto di discussione sul suo possibile numero di maglia, il catalano ha deciso di lanciare una frecciatina sia ai media che ai rivali di sempre. In un tweet, postato poco dopo la scadenza del mercato, Piquè riporta un articolo dal titolo "che numero prenderà Mbappè?" e risponde con un pizzico di sarcasmo: "il 7". Ovvero, quello che l'attaccante ha e continuerà ad avere, almeno fino a gennaio, al PSG. Un qualcosa che non poteva certamente passare inosservato e che, nonostante l'ora tarda, ha subito scatenato parecchie reazioni tra i follower dello spagnolo, ma non solo.

POLEMICO - Insomma, un grande classico, perchè il difensore del Barcellona non è certo nuovo nè agli attacchi al Real Madrid ne alle opinioni senza filtri sui social. Basterebbe ricordare la lunga polemica sui calci di rigore ("vince sempre chi calcia per primo") durante e dopo gli Europei, ma anche i continui botta e risposta con i campioni del tennis riguardo la bontà della sua riforma della Coppa Davis. Stavolta, però, l'assist era troppo invitante e persino un centrale come lui non ha potuto non...calciare a porta vuota e colpire i Blancos. Dopo mesi di spifferi, sussurri e dichiarazioni sopra le righe, il caso Mbappè si è chiuso con un nulla di fatto. E per un calciatore (e tifoso) del Barcellona, in questa estate complicata, è quasi una vittoria da celebrare...