Mbappè innamorato del Real: “Se dipendesse da me, sarei già qui”

Mbappè innamorato del Real: “Se dipendesse da me, sarei già qui”

Considerando quello che riporta AS riguardo il francese, da sempre obiettivo del Real Madrid, le possibilità che il campione del mondo 2018 finisca a far brillare ulteriormente la Liga si innalzano sensibilmente…

di Redazione Il Posticipo

Tebas, presidente della Liga, continua nella sua opera di promozione. Del resto, è il suo compito principale quello di generare interesse sul campionato spagnolo. Che vede già tre delle big europee darsi battaglia anno dopo anno, ma che deve difendersi dallo strapotere mediatico della Premier e deve evitare il ritorno della Serie A, che con l’arrivo di CR7 (strappato proprio alla Liga) ha recuperato appeal. E quindi punta in alto: “L’anno prossimo Neymar e Mbappè giocheranno in Spagna”. Possibile che sappia già qualcosa? Beh, considerando quello che riporta AS riguardo il francese, da sempre obiettivo del Real Madrid, le possibilità che almeno il campione del mondo 2018 finisca davvero a far brillare ulteriormente la Liga.

AMORE – Una vera e propria dichiarazione d’amore, che arriva il giorno…di San Valentino. Il 14 febbraio dello scorso anno il PSG fa visita al Santiago Bernabeu per gli ottavi di finale di Champions League. Una sorta di finale anticipata, che terminerà con l’eliminazione dei transalpini. Ma qualcuno quel giorno ha un vero e proprio…incontro rivelatorio, almeno da quel che riporta il quotidiano spagnolo. Alla fine della partita Mbappè rivede Isidro Diaz, colui che lo aveva accolto quando a quattordici anni aveva visitato la città sportiva del Real, facendosi anche una bella foto con il suo idolo, Cristiano Ronaldo.

FASCINO – E proprio a lui, sostiene AS, Mbappè rivela i suoi veri sentimenti riguardo il Real Madrid. La richiesta di Diaz è quella che farebbe qualsiasi tifoso dei Blancos a Mbappè: “Dovresti venire al Real Madrid”. E la risposta fa sognare i tifosi. “Se dipendesse da me, sarei già qui”. Anche perchè il Real, da quell’estate del 2013, lo ha cercato più volte. In quel caso il no arrivò dalla famiglia, che voleva che il ragazzino crescesse nella sua Bondy. Il motivo che lo ha spinto a scegliere il PSG, anche se i Blancos avevano trovato l’accordo con il Monaco. Ma si sa, il fascino del Real è pressochè infinito. E quindi l’idea di vederlo in Liga l’anno prossimo, per la gioia di Tebas, non è poi così peregrina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy