Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mbappé, doppio no: uno al PSG, l’altro alla Francia Olimpica. Appuntamento al 2024

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

L'estate si avvicina e il rinnovo non arriva. E per quanto riguarda la caccia all'oro, il francese preferisce non andare a Tokyo e giocarsi l'oro nel 2024 nella sua Parigi.

Redazione Il Posticipo

L'estate si avvicina e il rinnovo non arriva. Mbappé ancora non dà indizi sul suo futuro. Il suo contratto con il PSG scade a giugno del 2022 e, se non arriverà nei prossimi mesi, costringerà i parigini a cederlo per non lasciarlo andare via gratis l'anno successivo. Il fuoriclasse francese ha già rifiutato l'offerta del PSG per ben tre volte: Leonardo ha provato, sia privatamente che pubblicamente, a forzare la mano ma senza raggiungere l'obiettivo. E, secondo Le Parisien, nella capitale francese cominciano a presumere che non sarà facile, né possibile, convincerlo.

NO - Fra i tanti "no" di Mbappé, fra l'altro, c'è quello ai giochi Olimpici. La decisione finale potrebbe arrivare dopo l' Europeo ma oltralpe ne sono sicuri: il ragazzo ha deciso di non andare alle Olimpiadi di Tokyo. Da diversi mesi stava valutando la possibilità di aiutare l'Under 23 del suo paese a conquistare la medaglia nel torneo che si svolgerà tra il 21 luglio e il 7 agosto per cercare una storica doppietta: oro olimpico, dopo il Mondiale. Tuttavia ha preferito farsi da parte: non vuole accumulare stanchezza dopo una stagione dal calendario fittissimo. E poi non si sa ancora se sarà a Parigi il prossimo settembre. Le date del torneo di calcio a cinque cerchi coincidono con quelle del calciomercato. E  qualsiasi trasferimento dovrebbe essere chiuso in quelle date.

2024 - Il "no" è giustificato anche da altre considerazioni. I giochi Olimpici ammettono sempre i fuori quota. E Mbappé potrebbe e vorrebbe sfruttare la "finestra" del 2024 quando l'edizione XXXIII si disputerà proprio nella sua Parigi. Dunque, l'appuntamento con la caccia all'oro olimpico è solo rimandato. Questa estate, invece, sarà dedicata esclusivamente alla ricerca dell'Europeo sfuggito nel 2016. Poi ci sarà tempo e modo di pensare al mercato. E non sarà comunque semplice trovare una soluzione che accontenti le esigenze del calciatore e quelle del PSG. In caso di addio, il prezzo è fissato: non meno di 200 milioni di euro, una cifra che in tempi di pandemia è quanto mai difficile da sostenere, considerando che oltre al costo del cartellino c'è da considerare anche il suo stipendio.

Potresti esserti perso