Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mbappè ancora sotto attacco in Francia: “Se gli danno tanto fastidio le critiche, può sempre cambiare mestiere…”

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

L'attaccante del Paris Saint-Germain ha...minacciato velatamente che gli attacchi mediatici nei suoi confronti mentre era con la Francia possano addirittura portare a un suo addio al club. Ma questo non sembra aver per nulla convinto chi quelle...

Redazione Il Posticipo

"Le critiche da parte dei media sono stancanti, specialmente quando giochi in un club del tuo paese e dai tutto per la nazionale. Dopo un po' ti stufi. Per chi gioca all'estero è diverso, loro tornano qui soltanto per giocare con la nazionale. Ma io sono qui tutto il tempo, di me si parla molto di più". Non le ha certo mandate a dire Kylian Mbappè dopo la partita contro la Bosnia, la terza negli ultimi giorni in cui non ha certo brillato con la maglia della Francia. L'attaccante del Paris Saint-Germain ha addirittura...minacciato velatamente che tutto questo possa portare a un suo addio al club, ma questo non sembra aver per nulla convinto chi quelle critiche gliele ha rivolte durante la pausa per le nazionali.

FASTIDIO - A rispondere a tono è infatti Jean-Michel Larqué, ex calciatore del PSG e attualmente opinionista di RMC. Larqué è stato uno dei più critici nei confronti di Mbappè e ha voluto dire la sua sulle dichiarazioni più recenti del campione del mondo. Parole che certamente non servono a stemperare gli animi, anzi. "Non mi interessa quale sia lo stato d'animo di Mbappè a fine partita, quello che mi interessa è la partita in se stessa. Non mi importa se a lui dà fastidio che venga criticato. Non mi pare che gli dia fastidio quando lo definiscono costantemente 'il fenomeno'. E come gli viene in mente che un calciatore che gioca all'estero sia meno criticato di chi gioca in un club francese?".

CAMBIARE MESTIERE - Larqué, dunque, non accetta la "ribellione" di Mbappè alle critiche, ritenendo che lui e i suoi colleghi abbiano tutto il diritto di sottolineare prestazioni non eccezionali. "Le critiche gli sono arrivate dopo partite parecchio mediocri e non tengo neanche in contro quella contro il Kazakistan in cui ha sbagliato un rigore. E i giornalisti non possono dire che al momento attuale con la nazionale Mbappè non sta facendo bene? È la verità". E alla fine, arriva la stilettata. "Poi può fare quello che vuole, ma se il signor Mbappè non è contento quando gli diciamo che in due partite non ha giocato bene, farebbe meglio a cambiare mestiere". Non esattamente i commenti che ci si aspetta su uno dei maggiori talenti del calcio mondiale...