Mazzola su Conte: “Mi sembra ancora uno della Juventus”

Mazzola su Conte: “Mi sembra ancora uno della Juventus”

L’ex calciatore dell’Inter intervistato a un giorno da pecora su radio 1 emette un giudizio destinato a far discutere sull’attuale allenatore dall’Inter.

di Redazione Il Posticipo

 

L’ex calciatore dell’Inter intervistato a “un giorno da pecora” trasmissione su Rai Radio 1 emette un giudizio destinato a far discutere sull’attuale allenatore dall’Inter. Nel definirlo ancora juventino non passa certo inosservato.

DUBBIOSO – Uno dei simboli della grande Inter non è affatto certo che Conte abbia lasciato la sua juventinità, anzi. Ai microfoni della trasmissione radiofonica esprime tutte le proprie perplessità. “Abbiamo fatto bene a togliere Conte alla Juventus, però non mi convince. Quando parla mi sembra parli ancora con gli juventini invece che con i nostri. Juventini si nasce così come si nasce interisti, è difficile cambiare E lui è ancora bianconero, non c’è niente da fare: è una cosa che ha dentro”.

OSSERVAZIONE  – Tutto nasce da una profonda osservazione di comportamenti e atteggiamenti. Mazzola ha “studiato” Conte, o perlomeno lo ha analizzato nei minimi particolari dentro e fuori dal campo. “Lo si nota anche anche da come guarda la partita. Vorrebbe parlare come da juventino, poi si accorge che è all’Inter e parla da interista”. La chiave è nella comunicazione verbale e non verbale con i direttori di gara. “Alla Juve gli bastava alzare le mani e guardare l’arbitro per avere un rigore qui. Qui invece no”. 

LUKAKU – La vecchia gloria dell’Inter ne ha anche per Lukaku, oltre ad aver poi sostenuto la tesi che la Juventus, anche nella sfida di San Siro, al netto degli interventi della Var, sia stata favorita. “Cavoli come sempre”. Arriva poi la stoccata sul centravanti belga. Interrogato su Icardi, ammette la sua simpatia per il puntero argentino. “Manca, mi piaceva molto. Lo preferisco a Lukaku”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy