Maxi Lopez : “River, Gabigol si ferma così…”

Maxi Lopez conosce molto bene Gabigol incubo della difesa del River in vista della finale di Libertadores. L’ex attaccante di Milan e Sampdoria, però, sa come fermarlo…

di Redazione Il Posticipo

Il grande stato di forma di Gabigol è una delle maggiori preoccupazioni per il River in vista della finale di  Coppa Libertadores. Timori, fra l’altro, giustificati: l’attaccante del Flamengo ha messo a segno qualcosa come 31 gol in 41 partite. Quanto basta per togliere il sonno ai detentori del trofeo. C’è però un argentino che lo conosce bene: è Maxi Lopez che lo ha affrontato da avversario diverse volte. E, in una intervista rilasciata al Clarìn, ha spiegato come fermarlo.

MOVIMENTI – Il segreto, secondo Maxi, è limitarne i movimenti in modo da limitarne il raggio d’azione. Lopez però scende nei particolari: “Gabigol è un giocatore che si muove molto e svaria lungo l’intero fronte d’attacco sfruttando gli spazi con le sue accelerazioni. Il Flamengo ha uno stile di gioco che ne asseconda pienamente le qualità, poiché gira molto il pallone aspettano il momento giusto per innescarlo in velocità. Fanno la stessa cosa con Bruno Henrique, ma Gabigol è diverso: sfrutta molto i tagli e gli inserimenti alle spalle dei difensori ed è anche molto abile a staccarsi dalla marcatura. Dovrebbe essere controllato con una marcatura personalizzata, quasi a uomo, in modo da impedirgli i rifornimenti“.

INEDITO – L’unico piccolo vantaggio è che la finale si giocherà in una gara secca. 90′ anziché il doppio, per cercare di non subire gol. Anche se la sfida senza un domani rischia di danneggiare il River, che secondo Maxi è più abile nella gestione del doppio confronto. “In una finale di 90′ c’è meno possibilità di speculare sul risultato, non puoi proteggerti in trasferta e attaccare in casa. Ci si gioca tutto in una partita e anche un dettaglio o un episodio può essere decisivo. In questo momento il Flamengo mi appare in un momento migliore. Credo che la squadra brasiliana, in questo momento, sia fra le più importanti del Sud America“.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy