Matthäus sprona le tedesche: “Il Lipsia dovrebbe temere lo United? Ma se in Premier sono quindicesimi… E il Gladbach col Real ha una chance”

Come sta il calcio tedesco? Di fronte allo strapotere nazionale del Bayern, spesso si tende a sottovalutare le altre squadre della Bundesliga. Ma come spiega Lothar Matthäus anche se le prossime avversarie di Champions sono squadre blasonate, non c’è motivo di pensare di avere già perso…

di Redazione Il Posticipo

Come sta il calcio tedesco? Una domanda che sembra quasi sacrilega, considerando che la detentrice della Champions League è il Bayern Monaco. Ma di fronte allo strapotere nazionale dei cannibali bavaresi, spesso si tende a sottovalutare le altre squadre della Bundesliga. Certo, il crollo del Borussia Dortmund contro la Lazio è un campanello d’allarme, ma il Lipsia lo scorso anno è arrivato in semifinale in Europa e il Borussia Monchengladbach ha messo in difficoltà l’Inter. Dunque, come spiega Lothar Matthäus su Sky Sport Germania, anche se le prossime avversarie di Champions sono squadre blasonate, non c’è motivo di pensare di avere già perso…

LIPSIA – In particolare un discorso che vale per il Lipsia di Nagelsmann, che guida in patria con un punto proprio sul Bayern. “La prossima missione è la partita con il Manchester United. La capolista della Bundesliga sta continuando il lavoro fatto nella scorsa ottima stagione, la squadra sta crescendo ed è diventata ancora più matura. Dopo le partenze di Schick e Werner, Poulsen e Forsberg stanno vivendo una specie di seconda giovinezza. La squadra ora chiude le partite senza rischiare troppo. E chiunque sia arrivato lo scorso anno alle semifinali di Champions League non deve avere paura dello United. Il nome non conta niente, la squadra di Solskjaer non deve intimidire il Lipsia, soprattutto se si guarda la classifica della Premier. Dopo cinque partite sono quindicesimi, con sette punti, nove gol fatti e dodici subiti”. Dunque rispetto sì, ma paura no.

GLADBACH – E lo stesso discorso vale per il Borussia Monchengladbach, che si ritrova davanti un Real che ha appena battuto il Barcellona. Ma che, come dimostrano le partite precedenti, non è certo imbattibile. “Il Lipsia può vincere, così come può vincere il Borussia Monchengladbach contro il Real Madrid, soprattutto se il Borussia gioca con il coraggio degli ultimi 30 minuti contro l’Inter. Il Real ovviamente ha una squadra esperta e non deve mai essere sotovalutato, soprattutto in Champions League. Sono già sotto pressione dopo aver perso contro lo Shakhtar, ma arrivano a petto in fuori dopo aver vinto il Clasico. Peccato che i tifosi del Gladbach non possano essere allo stadio, erano anni che aspettavano una partita del genere, ma i tempi vanno così. In ogni caso, il Borussia deve credere nelle sue possibilità. Perchè ne ha”. Chissà se e quanto il Panzer avrà visto lungo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy