Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mascherano: “Messi ha affrontato la situazione di petto”

BUENOS AIRES, ARGENTINA - JANUARY 25: Javier Mascherano of Estudiantes poses with a plaque given to him by San Lorenzo soccer club to honor his career before a match between San Lorenzo and Estudiantes as part of Superliga 2019/20 at Pedro Bidegain Stadium on January 25, 2020 in Buenos Aires, Argentina. (Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)

El Jefesito ha affrontato diversi argomenti. Compresa la situazione che riguarda il suo ex compagno di squadra.

Redazione Il Posticipo

Javier Mascherano dice la sua sul Messi. In pochi conoscono la Pulce così bene come l'ex calciatore argentino che ha  condiviso lo spogliatoio e vittorie con il fuoriclasse ai tempi del Barcellona. E in una intervista rilasciata a Tyc Sports El Jefesito ha affrontato diversi argomenti. Compresa la situazione che riguarda il suo ex compagno di squadra.

PERSONALITA' - Mascherano ha ammirato il coraggio mostrato da Messi nell'intervista rilasciata a la Sexta. E allo stesso tempo ne apprezza le qualità, a suo avviso intatte, di calciatore e uomo squadra. "Quando osservo il Barcellona, ​​vedo ancora quel giocatore diverso da tutti gli altri. Ovviamente le partite sono diverse e il calcio è cambiato, ma continuo a rivedere le stesse situazioni che lo hanno reso così grande. E la sua capacità di prendersi la squadra sulle spalle. Credo che dimostrare di essere il migliore, non quando le cose stanno andando bene, ma in un momento di difficoltà del Barcellona,  lo renda un atleta ancora più grande di quello che è. Ha affrontato tutta la situazione con il petto in fuori".

ARGENTINA - Nella sua intervista, Mascherano ha parlato anche di calcio argentino. "La nazionale ha trovato continuità, ha un gruppo solido e uno zoccolo duro su cui poggiare. Per quanto riguarda Messi, non so se vi siano le condizioni affinché torni a giocare nel nostro paese. Leo ha sempre dichiarato di volere chiudere con questa esperienza, ma non so se sia il momento adatto. Di certo, Messi è un ragazzo molto intelligente e sono certo che non gli mancheranno le offerte. Non sono nelle condizioni di dire cosa sceglierà, anche perché è difficile mettersi al suo posto. Si parla di un calciatore di un altro livello". Ultimo pensiero per Maradona, cui era molto legato. "Diego è stato anche una persona molto importante nella mia vita. Mi ha dato la fascia di capitano della Nazionale quando avevo 24 anni con tutto ciò che questo comporta. Io ho avuto il piacere la fortuna di conoscere anche Diego, e non Maradona".