Materazzi: “Avrei giocato gratis al Boca, mi sono pentito di non averlo fatto”

Il difensore nerazzurro non parla solo di Inter, ma svela un sogno del cassetto. E di essersi pentito nel non averlo realizzato.

di Redazione Il Posticipo

Marco Materazzi senza peli sulla lingua. Il calciatore in una lunga intervista con TNT SPORTS ha parlato un po’ di tutto. Inter, ovviamente, ma anche finale mondiale 2006. E ha anche svelato la sua passione per il Boca Juniors, un club dove avrebbe giocato anche gratis.

DE ROSSI – Le sue parole sono riportate dal Clarìn. “Ricordo bene quella finale e cosa dissi a Zidane. Quando entri in campo non ci sono Messi, Maradona o Riquelme. Siamo tutti nello stesso posto”. Fra i rigoristi, anche De Rossi che è riuscito in quel che Materazzi ha solo desiderato. “Daniele è andato a vivere un’esperienza forte. E quando l’ho visto con la maglia Boca, nella Bombonera, mi sono pentito. Avrei potuto giocarci anche io, lo avrei fatto gratis. Era uno dei miei sogni. È un’esperienza che un calciatore dovrebbe provare nella sua carriera. Ho sempre pensato di essere anche adatto a indossare la maglia del Boca. Giocavo in modo duro o aggressivo. Ogni partita, una questione di vita o di morte”.

BOMBONERA – Non solo De Rossi. Accanto a Materazzi c’è stato anche Burdisso. I tre si sono ritrovati alla Bombonera. Un luogo… sacro. “È stata una delle più grandi emozioni che ho vissuto nella mia vita da tifoso e anche da ex giocatore. Forse mi manca giocare in quel tipo di campionato e di calcio. Quando vedo quello stadio, sento sempre  qualcosa di speciale”. Brividi al momento dell’ingresso. “Non si può descrivere, sino a quando non lo si prova. Ho attraversato il tunnel, dopo ti senti pronto per combattere. Il Boca ha un’anima italiana, è la squadra del popolo. Giocando per quella maglia, sai che lotti per regalare  un momento di felicità a molte persone reduci da una lunga e dura settimana di lavoro. E allora tutto ha ancora più un senso”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy