PSG, la carica di Marquinhos: “Voglio arrivare in semifinale, non importa come”

L’ex giocatore della Roma piuttosto risoluto in conferenza stampa.

di Redazione Il Posticipo

Marquinhos quanto mai determinato ad arrivare in fondo alla Champions. Le eliminazioni di Real Madrid e Juventus e gli incroci del tabellone rendono possibile una finale sognata da anni. Prima però c’è l’Atalanta e l’ex giocatore della Roma appare quanto mai risoluto in conferenza stampa. Pochi fronzoli. L’importante è vincere.

SERENI – Il PSG si gioca una grandissima occasione per tornare fra le prime quattro d’Europa. Risultato mai raggiunto con il nuovo corso. “Ci stiamo preparando al meglio, lavoriamo con il giusto entusiasmo e abbiamo anche giocato partite importanti. Siamo in ottime condizioni e pronti questa grande partita. Affronteremo l’Atalanta  con fiducia e coraggio”. Ci sarà anche Herrera. “Meglio. Lui è fortissimo ed è abituato a giocare questo tipo di partite. Non ha paura di lottare e darà il 100%.  In tutte le partite che ha giocato ha dimostrato di avere qualità”.

SECCA – Parigini sulla carta favoriti, ma in una sfida  di 90′ o 120′ può succedere di tutto. “Mi piace l’idea di giocare in una gara secca. Dobbiamo saper gestire la partita. Personalmente sono pronto e lo è anche la squadra. Non possiamo né dobbiamo avere rimpianti dopo la partita. Abbiamo novanta minuti per ottenere un risultato positivo e raggiungere la semifinale”.

PORTE CHIUSE – Sia Atalanta che PSG hanno già provato cosa significhi giocare a porte chiude. Marquinhos, in tal senso, ha le idee molto chiare. “Dobbiamo ripetere la prestazione offerta contro  il Borussia Dortmund. In queste situazioni è fondamentale restare concentrati. Sicuramente ci sarebbe piaciuto avere i tifosi con noi ma purtroppo non ci saranno. Anche senza di loro, però sappiamo cosa dobbiamo fare. Il nostro obiettivo è dare tutto quello che abbiamo per arrivare in semifinale. Non importa come arriva. Conta solo la vittoria”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy