Marquinhos: “Questa Champions è come un mondiale. E vogliamo vincerla”

Il centrale del Paris Saint-Germain insegue un sogno.

di Redazione Il Posticipo

Marquinhos ha mantenuto la promessa. Il centrale del Paris Saint-Germain era disposto a tutto per arrivare in semifinale prima della sfida con l’Atalanta. E adesso insegue un sogno. Le sue parole sono riportate dal sito ufficiale della UEFA.

CRESCITA – Dal 2013 al PSG, arrivato giovanissimo dalla Roma. Il brasiliano e il club parigino sono cresciuti… insieme: “Sono qui al PSG da sette anni. Il club è cresciuto molto e ha portato grandi giocatori, come Neymar e  Mbappé. In questi anni siamo cambiati molto. Quello che abbiamo fatto ci ha fatto imparare e ci ha anche lasciato alcune cicatrici, ma ci ha portato dove siamo adesso.  Abbiamo avuto qualche infortunio, ma siamo riusciti a mantenere lo stesso livello di prestazione con i giocatori che avevamo a disposizione. Penso che questa sia la nostra forza in questa stagione. L’atmosfera è davvero speciale: andiamo d’accordo dentro e fuori dal campo. E non stiamo insieme solo quando si vince,  ma anche nei momenti difficili.

CHAMPIONS – Una Champions speciale per lui. In gol contro l’Atalanta. “Appena ho segnato mi sono voltato e ho guardato i miei compagni in panchina e in tribuna. Ho questa immagine nella mia mente di loro che saltano e festeggiano ed è stata una delle cose più enormi che ho vissuto qui al PSG. Adesso ci tocca il Lipsia. È una squadra giovane e senza paura, contro l’Atletico Madrid hanno totalmente dominato il gioco. Quindi, sappiamo che dovremo dare il nostro meglio. Fare affidamento sul prestigio non  porta da nessuna parte”.

SINGOLI – Il prestigio non scende in campo, ma i campioni sì. E il PSG ne ha parecchi: “Abbiamo giocatori di qualità e di talento, ma dobbiamo unirci e aiutarci a vicenda in campo. Questa Champions è diventata come una sorta di Coppa del Mondo. Ecco perché è tutto così eccitante. Puntiamo a vincere questo trofeo perché siamo ambiziosi. Abbiamo questo sogno, ma siamo consapevoli che è una strada lunga e difficile. Ci sarà lotta, non sarà facile, quindi non è sufficiente solo sognare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy