calcio

Marino: “Szczesny da rosso, quello di De Ligt è rigore. Marelli per fortuna non arbitra più”

MILAN, ITALY - JULY 29:  Umberto Marino of Atalanta BC attends the Serie A 2019/2020 fixture unveiling on July 29, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images for Lega Serie A)

Due palle inattive decidono una sfida che lascia l'amaro in bocca al dirigente della Dea.

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta sfiora l'impresa con la Juventus. Partita presa per i capelli da Danilo. Un gol pesantissimo per gli equilibri del campionato e della lotta Champions. Due palle inattive decidono una sfida che lascia l'amaro in bocca a Umberto Marino che recrimina su alcuni episodi analizzando la sfida ai microfoni di DAZN entrando in rotta di collisione con l'ex arbitro Marella.

SFIORATA - L'Atalanta sembrava aver portato a casa la sfida. Pari che fa male anche per la traversa colpita da Hateboer. Dal possibile 2-0 all'1-1. Restano anche alcuni episodi che il dirigente della Dea fatica a digerire. E nel suo intervento lascia poco spazio alle interpretazioni. "Fortunatamente Marelli non arbitra più, evidentemente abbiamo una lettura diversa del regolamento, il fallo di Szczesny è da rosso e quello di De Ligt è calcio di rigore. Cerchiamo di essere seri e di commentare gli episodi". Marelli spiega che il regolamento è uno. Marino prima di passare ad analizzare la sfida da un punto di vista tecnico lancia un'ultima stilettata. "La nostra visione mi sembra abbastanza chiara. Invito Marelli a riguardarsi il regolamento".

MILAN, ITALY - JULY 29:  Umberto Marino of Atalanta BC attends the Serie A 2019/2020 fixture unveiling on July 29, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images for Lega Serie A)

 

PROSPETTIVE - Al netto dell'amarezza per una vittoria sfuggita a pochi minuti dal termine, resta la bontà di una prestazione che lascia in eredità anche la sensazione che la squadra abbia assorbito la delusione dell'eliminazione in Coppa Italia. "Un'ottima partita, ho rivisto lo spirito giusto, ci è mancata solo un pizzico di fortuna. La squadra mi è piaciuta tanto ha lottato contro una grande Juventus alla pari. Abbiamo sfiorato la vittoria contro un avversario che era in grande salute. Crediamo molto in Boga, è un giocatore che nei meccanismi dell'Atalanta può dare un grande contributo. Capisco che per Muriel sia difficile trovare spazi perché chi gioca contro di noi adesso ci conosce bene. La stagione è ancora molto lunga e potrebbe riservare ancora diversi colpi di scena".