Marine A.F.C.: giocare contro il Tottenham è già una vittoria e la vendita dei biglietti virtuali…è meglio di un sold-out

In FA Cup, una squadra della Non-League può affrontare una big di Premier. Come la partita tra Marine A.F.C. e Tottenham, che si disputerà nonostante i dubbi degli ultimi giorni. E per il piccolo club dell’area del Merseyside è già una vittoria.

di Redazione Il Posticipo

In Inghilterra, il calcio regala ancora delle autentiche favole. L’ultima, la più famosa è la vittoria del campionato del Leicester City di Claudio Ranieri nel 2016 ma non è la sola. Quella, certo, è stata la più altisonante ma non è la sola. Sì, perché in Terra d’Albione accadono cose magiche anche in FA Cup dove una squadra della Non-League, quindi dalla quinta divisione in giù, può trovarsi ad affrontare una delle migliori squadre del paese che sta a 4 punti dalla vetta della Premier League. È la partita tra Marine A.F.C. e Tottenham che si disputerà nonostante i dubbi degli ultimi giorni. E per il piccolo club dell’area del Merseyside è già una vittoria.

TRAGUARDI – È già un traguardo essere arrivati al terzo turno della FA Cup per la squadra semiprofessionistica inglese. Avere l’opportunità di interfacciarmi con il Tottenham di José Mourinho è ancora meglio. Potrebbe andare meglio di così? Sì: la FA ha coperto i test per il covid-19 per la squadra che non avrebbe potuto sostenere a proprie spese ed è per questo motivo che la partita veniva messa in dubbio. Come se non bastasse, la vendita dei biglietti virtuali ha fruttato una bella sommetta per il piccolo club. Addirittura superiore a quanto avrebbe ricavato se avesse potuto riempire fisicamente il proprio stadio di casa. Un’ulteriore gioia potrebbe essere quella che segua l’improbabile vittoria sul campo contro gli Spurs. Improbabile ma non impossibile. Ah, e dai diritti Tv incasseranno anche 75.000£.

(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

10.000 – Grazie ai test effettuati, con risultato negativo per giocatori e staff, la partita si giocherà. A porte chiuse naturalmente. Tuttavia, riporta il Daily Mail, con la vendita dei biglietti virtuali, il club ha incassato 125.000£, 5.000 in più di quanto avrebbe incassato con il sold out non virtuale allo stadio. Così festeggia il club su Twitter: “Abbiamo raggiunto i 10.000 biglietti venduti per la nostra partita contro il Tottenham. L’emozione per ciò che il mondo del calcio ha fatto in nostro nome ci pervade. Non c’è sensazione migliore rispetto a quando il calcio si unisce. Grazie!“. Insomma, senza pensare ai soldi, basti pensare che la capienza dello stadio del piccolo club del Merseyside è di 3.000 posti: 7.000 in meno dei tagliandi virtuali acquistati in rete da tifosi e avventori estemporanei vari. La vittoria contro il Tottenham è altamente improbabile però: sì, perché la Non-League non fa parte dello ‘sport di élite’ individuato dal governo. Quindi, oltre alla differenza di categoria, farà la differenza la mancanza di allenamento del Marine: hanno giocato l’ultima partita nel boxing-day. Ma la spinta di fare la storia…farà passare la fatica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy