Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Marina Granovskaia, tra gli scontri con i procuratori e…Whatsapp: “Pensavano di poterla gestire, ma…”

LONDON, ENGLAND - MAY 19: Jose Mourinho the head coach / manager of Manchester United shakes hands with Chelsea diretor Marina Granovskaia as chairman Bruce Buck looks on after The Emirates FA Cup Final between Chelsea and Manchester United at Wembley Stadium on May 19, 2018 in London, England. (Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

La donna d'affari russo-canadese è una fedelissima di Abramovich e gestisce con pugno di ferro tutta l'ordinaria amministrazione del Chelsea. E L'Equipe fa luce sul suo profilo, chiedendo lumi a chi la conosce bene...

Redazione Il Posticipo

Marina Granovskaia, la plenipotenziaria del numero uno del Chelsea Abramovich, è forse la donna più celebre del mondo del calcio e certamente la più potente. Come potranno confermare abbastanza agevolmente sia Antonio Conte che Maurizio Sarri, dover trattare con il Direttore Generale dei Blues è un'esperienza che...non si augura a nessuno. Abbastanza irremovibile quando si tratta di far tornare i conti e di sistemare il monte ingaggi, la donna d'affari russo-canadese è una fedelissima del proprietario del club e gestisce con pugno di ferro (tanto da guadagnarsi il soprannome di Iron Lady, lo stesso di Margaret Thatcher) tutta l'ordinaria amministrazione dalle parti di Stamford Bridge. Un personaggio che L'Equipe non può che definire "un'enigma".

I PROCURATORI - La testata francese però si è messa in testa di...risolverlo e ha rivelato qualcosa in più sul carattere e sulle abitudini di Marina Granovskaia. Il profilo che ne esce fuori è quello di un'intellettuale che però è tranquillamente in grado di affrontare procuratori del livello di Mino Raiola senza subirne la pressione. Anzi, dalla Francia spiegano (poco sorprendentemente) che tra i due c'è stato più di qualche scontro. Quando è arrivata al Chelsea, spiega una fonte interna al club, "parecchi procuratori pensavano che sarebbe stato un profilo molto semplice da gestire". Ma evidentemente, come dimostrano gli scontri frontali quasi sempre vinti dalla dirigente, non è che le cose siano andate esattamente così...

LEADER - L'Equipe prosegue nella sua descrizione. Il DG del Chelsea, al club dal 2013 ma che ha un rapporto professionale con Abramovich cominciato addirittura negli anni Novanta, lavora fino a orari che vengono definiti "impossibili" ed è una grandissima fan di Whatsapp, che le permette di affrontare gli argomenti da trattare in maniera rapida ed efficiente. La definizione che viene data di lei è quella di un "leader saggio che è allo stesso tempo molto disponibile ma poco incline ai compromessi". Ma alcuni dei suoi colleghi, come il presidente del Lille Olivier Letang, spiegano che Marina Granovskaia è anche altro. "Quando la conosci bene scopri una persona gentile, divertente e molto acculturata". E che ha portato il Chelsea a vincere praticamente...tutto. Non esattamente un qualcosa che in molti nel mondo del calcio possono parlare.