Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Mariano Diaz brilla…nonostante Zidane e in Spagna attaccano il francese: “Non ti pagano per mettere in campo i tuoi preferiti o i raccomandati…”

Mariano Diaz gioca poco, anzi, col contagocce. Però quando viene chiamato in causa il suo contributo lo dà eccome: un gol ogni 80 minuti. E allora perchè Zidane non lo tiene per nulla in considerazione? A Madrid sostengono che sia una...

Redazione Il Posticipo

Essere l'allenatore del Real Madrid ha i suoi vantaggi, ma anche qualche lato negativo. E quando le cose vanno male, guidare la Casa Blanca non è esattamente semplice, considerando che gli occhi di buona parte del mondo calcistico sono rivolti al Santiago Bernabeu. Il pareggio in casa del Villarreal lascia in eredità a Zidane più di qualche critica, anche considerando che ad andare in gol per i campioni di Spagna è stato Mariano Diaz, uno di quelli che è stato gettato nella mischia da parte del tecnico più per carenza di alternative che per una vera volontà di dargli fiducia. L'attaccante però ora diventa un caso.

ZIDANE - Diaz gioca poco, anzi, col contagocce. Però, come ricordano sulle frequenze di CadenaSER, quando viene chiamato in causa il suo contributo lo dà eccome: un gol ogni 80 minuti. E allora perchè Zidane non lo tiene per nulla in considerazione? A Madrid sostengono che sia una questione...di preferenze personali e non di scelte tecniche o tattiche. "Ci sono calciatori che a Zidane piacciono e altri che non gli piacciono per niente. Zizou apprezza Marcelo o Isco, mentre Ceballos, Reguilon e tanti altri non gli piacevano. E infatti si notava, visto che non giocavano", spiega il difensore dell'Huesca Pulido. La lista è lunga e comprende anche Bale, Hakimi o Theo Hernandez, tutti quanti lasciati andare senza troppe remore.

MARIANO - E Mariano Diaz? A questo punto è lecito pensare che anche il centravanti faccia parte della lista. E il giornalista Anton Meana attacca il transalpino senza mezzi termini. "Zidane è stato totalmente ingiusto con Mariano. Non ti pagano per mettere in campo i tuoi giocatori preferiti e quelli raccomandanti. E lui fa così per proteggere Benzema. Mariano poteva giocare tantissime partite in campionato per far riposare Benzema, non sarebbe successo nulla. Ma il turnover di Zidane è un inganno, qualsiasi altro allenatore sarebbe contestatissimo". Insomma, i Blancos non arrivano esattamente sereni al match con l'Inter. Ma attenzione, perchè un Real ferito, come ha imparato il Barcellona nel Clasico, è assai più pericoloso...