Maresca fra Spagna e Italia: “Sarri va aspettato. Arthur è un interno come Pjanic. Al Barcellona Lautaro fa molto comodo…”

Maresca fra Spagna e Italia: “Sarri va aspettato. Arthur è un interno come Pjanic. Al Barcellona Lautaro fa molto comodo…”

L’ex centrocampista Enzo Maresca analizza a tutto tondo scenari di mercato e campionati esteri, difendendo anche l’operato di Sarri.

di Redazione Il Posticipo

L’ex centrocampista Enzo Maresca, oggi allenatore, ha parlato a TMW Radio, analizzando a tutto tondo scenari di mercato e campionati esteri, difendendo anche l’operato di Sarri.

LIGA – Si parte ovviamente dalla Liga. Grandi manovre nella sua Siviglia e a Barcellona. “Il Siviglia sta facendo molto bene è in lotta per la Champions e possono farcela. Al Barcellona vogliono Lautaro perché farebbe molto comodo per una squadra che ha soluzioni di gioco negli spazi. Fra l’altro il calciatore dell’Inter è argentino e Messi lo conosce bene. Arthur è un interno esattamente come lo era Pjanic prima di spostarsi in mezzo al campo alla Juventus. Non so se possa ricoprire quel ruolo”.

SARRI – A proposito di scelte e di Juventus, dopo la sconfitta in Coppa sono iniziati i processi. “Gattuso si è meritato la vittoria, ma il progetto di Sarri è appena iniziato. Ha ancora possibilità concrete di vincere in Champions e in campionato. Qualsiasi inizio ha qualche difficoltà e anche Sarri va aspettato. Serve pazienza e i risultati arriveranno, come al Chelsea.  Forse si è pensato che potesse riproporre lo stesso calcio visto a Napoli, ma sono cambiate rose e giocatori. Certo, vincere in Champions è difficile, ci riesce uno solo e spesso sono gli episodi a spostare i destini”.

ITALIA – L’Europa è la cartina di tornasole per un calcio italiano che si sta riscoprendo competitivo. “Ci sono molti buoni giovani che possono imporsi. Tonali, Barella, Sensi, Castrovilli, sono tutti ragazzi con ampi margini di crescita. Sono bravi a far tutto in diverse posizioni del campo. E poi c’è la splendida realtà dell’Atalanta, che è la squadra in assoluto più “europea” in Italia. Davvero divertente da vedere. Sono contento perché anche all’estero si parla di una squadra che propone un calcio coraggioso e divertente”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy