calcio

Principe, ma mai re: il possibile addio di Marchisio alla Juventus

Marchiso via dalla Juventus? Non è una ipotesi da scartare. Il giocatore vorrebbe più minutaggio e la Juve non può garantirlo. Futuro negli USA per il Principino?

Redazione Il Posticipo

Marchisio via? Più di una ipotesi. Il Principino fatica a recuperare dall'ennesimo infortunio e non sarà disponibile sino a febbraio. Quanto basta per uscire dai radar e ritrovarsi più fuori che dentro dalla Juventus. Una scelta dolorosa ma inevitabile. Sia per il calciatore, sia per la Juventus.

Principe, ma mai re

Marchisio si sente ancora integro e utile, ma non può esserlo alla Juventus. Al netto dell'amore dei tifosi, non è mai stato un inamovibile, né una prima scelta. E neanche un leader. Principino, in questo senso, è il termine più adatto per descriverne la sua parabola in bianconero. Sangue blu, ma non reale. Nel senso che non è mai stato, in tutti questi anni, la guida o il simbolo indiscusso della squadra. Marchisio è più che altro un simbolo del popolo della Juventus. Per militanza e legame, non per presenza, né tantomeno per incidenza. Non è Chiellini, né Barzagli, né Buffon. Questione caratteriale, senza dubbio. E, da questa stagione, anche e soprattutto tecnica: Marchisio non sarà mai un titolare di questa Juventus. Pjanic, Matuidi e Khedira sono inamovibili e anche Bentancur e Sturaro vengono prima di lui. Una situazione difficile da sopportare, ma tant'è. Inutile puntare i piedi. Alla Juventus, certi atteggiamenti, non sono ammessi.

E la Juventus non fa sconti

La Juventus è un'azienda. E la Signora non è mai stata particolarmente sensibile. Il cuore e la riconoscenza restano dei valori, ma non diventano mai delle catene. Tradotto: tutti sono utili, ma nessuno indispensabile. Gli esempi, del resto, non mancano. Uno su tutti, Del Piero. La Juventus lo ha accompagnato alla porta con stile, senza alzare polemiche e casi. A prescindere da ciò che desideravano i tifosi. Il profondo sentimento che lega i tifosi della Juventus a Marchisio è bello e rispettabilissimo, ma, con tutto l’amore e la riconoscenza possibile per il Principino, la leadership della Juventus alloggia altrove. Non a caso, al netto dei contrattempi fisici, Barzagli discute il rinnovo del contratto e Buffon potrebbe continuare. E Marchisio? Il suo contratto scade nel 202o, non c'è urgenza. Al massimo si può discutere di un addio più che di un rinnovo. Ecco perchè tutto lascia credere che il prossimo incontro fra la dirigenza bianconera e il numero 8 potrebbe tradursi in un tante grazie e arrivederci già a gennaio. E qualora decidesse di andare via, la MLS non sarebbe una scelta casuale. Non vuole indossare altre maglie, in Italia. Quindi meglio lontano dalla sua Signora. piuttosto che con un'altra.

(function() {

var referer="";try{if(referer=document.referrer,"undefined"==typeof referer)throw"undefined"}catch(exception){referer=document.location.href,(""==referer||"undefined"==typeof referer)&&(referer=document.URL)}referer=referer.substr(0,700);

var rcel = document.createElement("script");

rcel.id = 'rc_' + Math.floor(Math.random() * 1000);

rcel.type = 'text/javascript';

rcel.src = "http://trends.revcontent.com/serve.js.php?w=82012&t="+rcel.id+"&c="+(new Date()).getTime()+"&width="+(window.outerWidth || document.documentElement.clientWidth)+"&referer="+referer;

rcel.async = true;

var rcds = document.getElementById("rcjsload_e27c7e"); rcds.appendChild(rcel);

})();

tutte le notizie di